Pubblicato in 15 June 2012

RSV (virus sinciziale respiratorio) Infezione

Virus respiratorio sinciziale, o RSV, è un virus comune che può colpire persone di tutte le età. L’infezione è più comune tra i bambini e neonati. Per molti adulti e bambini sani, infezione da RSV provoca sintomi simili a quelli di un raffreddore . Nei neonati, tuttavia, RSV può essere più grave.

L’infezione di solito provoca nessun danno grave, ma può portare a complicazioni polmonari gravi.

RSV è uno dei virus più comuni per causare infezioni polmonari e delle vie respiratorie nei neonati e nei bambini piccoli. I dati delCentri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) mostrano che ogni anno negli Stati Uniti più di 57.000 bambini sotto i 5 anni sono ricoverati in ospedale con infezioni da RSV.

Il CDC menziona anche che il virus è stagionale ed è più comunemente visto da settembre a maggio.

Alcuni individui hanno un rischio più elevato di sviluppare gravi infezione da RSV. Questi individui sono:

  • bambini prematuri
  • quelli con sistema immunitario indebolito
  • i bambini con malattie cardiache o polmonari
  • coloro che vivono in condizioni di sovraffollamento
  • bambini che frequentano la cura di giorno
  • adulti di età superiore ai 65

A seconda delle età, sintomi e tipo di infezione da RSV può variare. Di norma, in superficie entro quattro-sei giorni di infezione. I soggetti più anziani hanno sintomi lievi, come la congestione o febbre. I bambini di età inferiore a 1 mostrano i sintomi più forti.

I sintomi più comuni di infezione da RSV per adulti e bambini includono:

  • febbre
  • congestione
  • tosse

Sintomi meno comuni includono:

  • dispnea
  • difficile, breve, o respirazione veloce
  • pelle bluastra
  • irritabilità, malessere, o problemi respiratori nei neonati

Di solito, questi sono visti solo con infezioni più gravi, come la bronchiolite o polmonite. Se vedi il tuo bambino che mostra uno di questi sintomi, consultare il medico.

spesso non è necessario il test per RSV. Se è necessario, ci sono diversi tipi di test di laboratorio utilizzati per la diagnosi. Il più comunemente usato è il test diagnostico rapido. Questo test cerca RSV dell’antigene nelle secrezioni nasali. Un tampone nasale può essere preso nello studio del medico e inviato per il test. I risultati sono di solito disponibili in meno di un’ora. Se un test rapido è negativo, il medico può ordinare una cultura virus delle secrezioni. Essi possono anche scegliere un test più sensibile che utilizza la tecnologia genetica per rilevare il virus nel sangue.

Dal momento che RSV è un virus, non può essere trattata con farmaci come gli antibiotici. Nella maggior parte dei casi, specialmente nei bambini più grandi, i sintomi di RSV sono simili al raffreddore o influenza. Molti di questi casi di RSV risolvono senza trattamento. Ottenere sufficiente riposo e bere molti liquidi può aiutare i bambini a recuperare. Inoltre, regolare aspirazione di muco dal naso con un bulbo di gomma può decongestionare neonati e bambini .

Nei bambini più piccoli, in particolare sotto l’età di 1, RSV può essere più grave. Infezione RSV può portare a bronchiolite , che è un’infiammazione dei piccoli passaggi di aria nei polmoni. Si può anche portare a una polmonite . Questi bambini possono avere bisogno di essere ricoverati in ospedale. Può essere necessario un trattamento con fluidi endovenosi, ossigeno e aria umidificata. Nei casi più gravi, un ventilatore può essere necessario.

Oltre ad avere un aumento del rischio di infezioni più gravi, i bambini possono sviluppare infezioni dell’orecchio e groppa , che è un’infiammazione e gonfiore delle corde vocali. Questo fa sì che un forte, abbaiare suono quando si tossisce. I bambini che sviluppano bronchiolite a seguito di RSV possono avere un rischio maggiore di sviluppare l’asma, anche se la causa non è chiara. La maggior parte dei bambini infettati con RSV, tuttavia, hanno poche o nessuna complicazioni, e l’infezione segue il suo corso in una o due settimane.

Non c’è cura per la RSV, ma ci sono modi per ridurre il rischio di ammalarsi e di diffusione del virus. RSV si sviluppa, come altri virus, attraverso le goccioline microscopiche rilasciate nell’aria o su superfici.

Per ridurre al minimo il rischio di contrarre l’infezione:

  • lavarsi le mani di frequente
  • coprire la bocca e il naso quando si tossisce o si starnutisce
  • evitare di condividere utensili e bevendo tazze

Non fumare vicino al vostro bambino. Il fumo di sigaretta, anche il fumo passivo, può aumentare il rischio di sviluppare RSV.

Palivizumab (Synagis) è un anticorpo destinati specificamente al virus RSV. Può essere utilizzato in alcuni bambini ad alto rischio di età inferiore ai 12 mesi per prevenire l’infezione. Questo farmaco viene somministrato mensilmente come un colpo durante la stagione RSV. Può aiutare a prevenire l’infezione grave, ma non può curare o trattare una malattia che si è già sviluppato.