Pubblicato in 6 June 2018

Bambini contro i genitori: Chi dovrebbe parlare con il medico?

Mi è stata diagnosticata una malattia autoimmune , all’età di 11 e trascorse il resto della mia infanzia in visita medici. Quando mi sono trasferito da New Orleans a New York, la mia mamma ha voluto unirsi a me per incontrare il mio nuovo specialista.

Anche se ero 22, al momento, sapevo che voleva venire perché aveva bisogno il conforto di sapere che si sarebbe preso cura di me. Mentre la mia richiesta di parlare ha sorpreso un po ‘la mia mamma, lei ha accettato.

Ora, chiedo sempre il mio 9 e 7 anni i bambini la stessa domanda prima di visitare il dottore: “Vuoi parlare o volete che io parlo per te”

La risposta è la stessa ora ogni: “Voglio parlare.”

Credo che abilita i miei figli a parlare per se stessi è importante. Mentre io aggiungo dettagli, se necessario, i miei figli sono sicuri nel parlare sui loro corpi e di esprimere tutte le preoccupazioni con il loro medico. Ma altri genitori e medici sembrano spesso sorpreso che i miei figli guidare la conversazione. È la mia scelta quella giusta?

Un pediatra non si limita a prescrivere farmaci, sono a disposizione per servire come valido supporto emotivo e mentale anche.

I bambini devono parlare per se stessi?

Secondo Kristen Woodard, un pediatra con Nordest Medical Group a Rye Brook, New York, la risposta è sì.

Quando i bambini imparano a parlare con il loro medico, diventano comodo dividere i loro pensieri e anche assumere la proprietà della loro salute e del corpo - è una parte importante dello sviluppo del bambino.

“Quando sono parte della conversazione e il processo decisionale, allora sono più propensi a seguire il consiglio di loro pediatra e attuarlo”, spiega. “Ma quando i bambini si sentono come stiamo parlando su di loro e su di loro invece che a loro, sono molto meno probabilità di prendere a cuore quello che dici e apportare le modifiche che vi consigliamo.”

Questa pratica aiuta i bambini a costruire la fiducia con il loro medico, permettendo al rapporto di crescere che invecchiano. Un pediatra fa anche più di prescrivere la medicina, sono a disposizione per servire come valido supporto emotivo e mentale anche.

Se c’è un problema medico, o il vostro bambino è vittima di bullismo , avere un altro adulto di fiducia che ascolta e se ne frega è una risorsa preziosa sia per il bambino e il genitore.

Inoltre, il bambino conosce meglio il loro corpo. Si può, come il genitore, in modo corretto affermare la posizione esatta del loro mal di stomaco? Sai come ci si sente? Sarà seduto un certo modo farlo sentire diverso o migliore? C’è una certa ora del giorno in cui è peggio o va via completamente?

Spesso, il medico chiederà al bambino queste domande direttamente, ma se il genitore salti per rispondere, descrizioni importanti può essere lasciato fuori. Ciò può portare a una diagnosi errata.

Ad esempio, il dolore di un bambino - come nausea o mal di testa - non può indicare una malattia vera e propria. Invece, potrebbe essere un sintomo di depressione o di ansia .

Parlando direttamente con il vostro bambino, il pediatra può ricevere risposte diverse che possono aiutare a determinare un problema di salute mentale di fondo.

Smettere di dirottamento: Ecco come aiutare

Per i genitori che insistono loro bambino semplicemente non conosce le risposte, si può ancora contribuire a monitorare la loro salute senza togliere loro voce.

“Si deve sempre favorire la loro indipendenza”, Woodard raccomanda. “Ma, sai che il tuo bambino meglio, così li aiuto quando necessario. Se il bambino sta lottando per dire ciò che è importante, soprattutto durante una visita malato, va bene fare un passo dentro. Oppure, se il bambino è molto timido, provare a preparare la sera prima. Lasciate che pensano a tutte le domande si può decidere di chiedere, e ricordare loro di qualsiasi cosa sta succedendo nella loro vita. Se sono ancora a disagio, va bene a chiedere loro se preferiscono che fai a parlare.”

I miei figli sono sicuramente non timida, e ho sempre lasciarli parlare. Ma, se prevedono le informazioni errate, come quanto tempo sono stati malati, o di lasciare fuori le informazioni importanti, come un sintomo, faccio un passo.

Uno studio ha trovato che un terzo dei ragazzi dalle età 13-17 smettere di avere visite preventive, mentre un altro 40 per cento ha un solo durante questo periodo di tempo.

Comincia presto e lasciarlo crescere

Quando i miei bambini vedono il loro pediatra per il loro annuale check-up, si chiede loro di elencare le verdure di cui si nutrono, nominando come molti come sono vecchi. Attraverso questo, si impegna e costruisce una connessione con loro.

“Quando un bambino è un bambino, possono rispondere ad alcune semplici domande”, dice Woodard. “Ho chiedere loro ciò che gli alimenti a loro piace mangiare, se si lavano i denti regolarmente e andare dal dentista, e se gli piace la scuola e avere amici.”

Quando i bambini crescono, loro pediatra chiederà più domande, e una volta che la pubertà inizia nella scuola elementare in ritardo o in anticipo scuola media, quel rapporto diventa importante.

Avranno la fiducia necessaria per esprimere eventuali domande o dubbi che possono avere sul loro corpo che cambia. Se hanno avuto l’opportunità di parlare candidamente con il loro medico nel corso degli anni, c’è ora una fonte affidabile di informazioni corrette.

L’adolescenza e oltre

I vantaggi di lasciare il vostro bambino parlano da soli quando sono più giovani sarà chiaro nella loro adolescenza.

“Con l’età di 13, la maggior parte della visita ben bambino può essere fatto in privato, ma se il bambino non sta bene parlare per se stessi, quindi le informazioni non possono essere condivisi con il medico”, spiega Woodard. “Inoltre, se i genitori insistono rimangono nella stanza, può impedire al bambino di fare domande importanti.”

Consentendo i miei figli a parlare per se stessi al loro medico, capiscono che sono in controllo del proprio corpo.

O se non gli adolescenti sono confortevoli parlare di sesso con i loro genitori , se hanno sviluppato un rapporto con il loro pediatra, possono discutere il sesso, il controllo delle nascite , STI , e di più con loro. Queste conversazioni cruciali aiutano a garantire che le infezioni sono trattate correttamente e può anche prevenire la diffusione della malattia.

I modi che i genitori dirottare queste conversazioni è un po ‘diverso. Purtroppo, gli adolescenti non possono avere l’opportunità di parlare, perché le visite preventive non sono così frequenti in questa fascia di età. Anche se i ragazzi continueranno a visitare il loro medico se sono malati, l’annuale check-up - in cui queste conversazioni importanti hanno luogo - notevolmente diminuire.

Mentre le ragioni di questo calo sono sconosciuti, uno studiadal 2010 ha scoperto che un terzo dei ragazzi, età da 13 a 17, avendo smesso di visite preventive, mentre un altro 40 per cento aveva un solo durante quel periodo di tempo. Che lascia ben pochi che visitano il loro medico regolarmente, la creazione di una cattiva abitudine.

Senza stabilire e mantenere un buon collegamento con il loro medico, gli adolescenti possono continuare questo trend in età adulta, solo la visita del medico quando è assolutamente necessario.

Infatti, quando ricercatori chiesto il motivo per cui gli adulti evitano le cure mediche, le ragioni principali compresi che non si fidano o avere fiducia nei loro medici, o che sanno che non seguiranno le raccomandazioni del medico.

Empowerment costruisce fiducia in se stessi

Consentendo i miei figli a parlare per se stessi al loro medico, capiscono che sono in controllo del proprio corpo - devono prendersi cura di loro e riconoscere quando qualcosa non va.

Come si sono sviluppati, la fiducia dei miei figli per parlare con il loro medico ha contribuito a sviluppare una fiducia complessiva, dando loro il coraggio di parlare con i loro amici e gli insegnanti. A 9 anni, mia figlia è già un forte sostenitore per se stessa in classe, raccontando il suo insegnante che cosa ha bisogno, non appena riconosce un problema.

Come potenziare il vostro bambino a parlare e stabilire la fiducia con il loro medico, ricordati che sei ancora il genitore. Il vostro sostegno e incoraggiamento è necessario.

“Penso che sia grande quando i bambini sono incoraggiati a parlare per se stessi, ma i genitori devono essere presenti”, sottolinea Woodard. “Spegni il telefono. Questo è il tempo del vostro bambino. Non importa l’età, è importante per loro sapere che questo appuntamento è anche importante per voi. Anche se essi sono quelli che danno le informazioni, mostrare loro è importante e essere presenti “.


Gia Miller è un giornalista freelance che vive a New York. Scrive di salute e benessere, notizie mediche, genitori, il divorzio, e stile di vita in generale. Il suo lavoro è stato descritto in pubblicazioni tra cui il Washington Post, Incolla, spazio di testa, HealthDay, e altro ancora. Seguila su Twitter .