Pubblicato in 28 May 2019

Una lettera al Woman Pushing Prodotti 'Wellness' su di me

Per la donna che io non ho parlato in questi anni,

E ‘stato bello sentire da voi l’altro giorno. E ‘passato troppo tempo dall’ultima volta che abbiamo parlato, e sono stato contento che abbiamo avuto modo di ricollegare.

Quando hai iniziato a chiedere di mia figlia, il mio lavoro, la mia vita, ho pensato che eri realmente interessati. Ho pensato che forse si stava cercando qualcuno a prendere un caffè con, o voluto impostare un playdate al parco con i bambini.

Ma poi si sganciò la bomba.

Stai intraprendere un “nuovo ed eccitante” opportunità di business, lei ha spiegato, uno che ti ha vendere un prodotto “benessere”, con l’obiettivo di ottenere me “Trim e in buona salute.”

Sirene improvvisamente iniziato ad andare fuori nella mia testa. La parola “sana” se abbinato con i “prodotti benessere” (come impacchi per il corpo, integratori e piani di disintossicazione) è quasi sempre il codice per “magro”.

Il sottotesto di fondo di quello che dicevi era chiaro: Pensi che ho bisogno di perdere peso.

E siete disposti a me vendere il prodotto “perfetto” per arrivare là.

Ma ecco il punto: Se si pensa che compro in al concetto di me stesso restringimento per soddisfare gli standard di bellezza irraggiungibili della società, non si poteva essere più sbagliato. Cosa c’è di più, io non sono in alcun fretta di avviare su questa strada. Non ora, né mai.

Perché so dove porta.

Ecco la storia che non ti ho detto quando eravamo conoscenti: ho lottato con la bulimia da l’età di 13 a 23. Con ogni boccone ho preso, la voglia di buttare right back up era sempre lì.

Non ho mai sentito abbastanza buono. Abbastanza carino. abbastanza magro. E il senso di colpa che circonda il cibo che ho mangiato mi ha spinto più volte a danneggiare il mio corpo nel perseguimento della perfezione molto irraggiungibile si sta cercando di vendere.

Oggi io sono un 36-year-old mamma single in esecuzione la mia attività e vivere i miei sogni. La maggior parte delle persone sarebbe mai indovinare ho una storia così complicata con il mio corpo. Io non parlo molto, ma mi piace pensare che sono in un posto molto più sana.

Ma questo è stato solo dopo che ho passato anni nella terapia e ha preso tempo per lavorare con nutrizionisti per imparare quello che un rapporto sano con il cibo si presenta come.

Alla fine ho arrivato in un luogo di accettare il mio corpo per quello che è. Possiedo più una scala o di equiparare la salute con i numeri. Che include il mio peso o pantaloni dimensioni. In breve, non era un’impresa facile per arrivare dove sono oggi. Ma l’ho fatto. E sono orgoglioso di me stesso.

Così, quando si accende nella mia casella di posta con il vostro passo per un prodotto “benessere”, ho bisogno che tu sappia che mi calci indietro alcune tacche. Mi ricorda quello che ho vissuto e che vivo in un mondo che giudica valore di una donna dalle dimensioni del suo corpo. Un mondo che avrebbe profitto fuori le stesse insicurezze e rotto i messaggi che una volta mi ha mandato ad un posto così buio e malsano.

E mentre sono fortunatamente ora abbastanza forte per essere in grado di scrollarsi di dosso quel buio hai appena inviato la mia strada, so fin troppo bene che ci sono tante donne là fuori che non lo sono. Così molte donne che potrebbero essere irrimediabilmente danneggiati da un amico o un conoscente suggerendo che hanno bisogno di ridursi se stessi a sentire come sono titolari di più valore nella società.

Guarda, io capisco che si sta cercando di gestire un business. Ottengo che si potrebbe essere alla ricerca di modi per contribuire finanziariamente alla tua famiglia. Ma alla cieca raggiungere alle donne con queste affermazioni “utili” di benessere, cercando di commercializzare questi prodotti in modo che si basano su di essi odiare se stessi, è sia irresponsabile e pericoloso.

Quindi, prima di inviare il vostro prossimo e-mail di vendita o di testo, pensare a lungo e duramente sui messaggi che si desidera inviare nel mondo. Prendere in considerazione il rischio di cercare di vendere i prodotti alle donne le cui storie non si sa.

Chiedetevi: Quanto è che la vendita vale la pena per te?

Perché se si tratta a rischio della salute di un’altra donna, te lo prometto, non vale la pena.


Leah Campbell è uno scrittore e editor di vivere a Anchorage, Alaska. Lei è una madre single per scelta dopo una serie fortuita di eventi ha portato all’adozione della figlia. Leah è anche l’autore del libro “ unico Infertile Female ” e ha scritto ampiamente sui temi della sterilità, l’adozione e genitorialità. È possibile connettersi con Leah via Facebook , il suo sito web , e Twitter .