Pubblicato in 22 August 2018

5 donne condividono la loro auto-Suggerimenti per la cura per il trattamento IVF

Si dice che problemi di fertilità interessano fino a 15 per centodelle coppie americane. Per coloro che lottano con infertilità, la fecondazione in vitro (IVF) può offrire un’altra opzione per rimanere incinta.

Durante questo processo, le uova sono presi da ovaie di una persona e fecondati con lo sperma. L’embrione risultante può poi o essere congelata o impiantato nell’utero della persona.

Secondo l’American Society for Reproductive Medicine, quasi un milione di bambini sono stati concepiti attraverso la fecondazione in vitro a partire dal 2014. Ma il processo può essere faticoso. Il ciclo medio di fecondazione in vitro da solo costa più di $ 12.000 .

Oltre alla tensione finanziaria, il trattamento in fase di persona è lasciata a che fare con lo stress fisico e mentale che può accompagnare la fecondazione in vitro.

Sia che si sta per iniziare il viaggio di fecondazione in vitro o sono attualmente al centro di un ciclo di fecondazione in vitro, la cura di sé in grado di fornire un ottimo modo per far fronte a ciò che può essere un’esperienza emotivamente drenante.

Per aiutare a capire come integrare la cura di sé nella vostra routine quotidiana, abbiamo chiesto cinque donne per offrire i loro suggerimenti di auto-cura durante la fecondazione in vitro. Ecco cosa avevano da dire.

Questa intervista è stato modificato per chiarezza e brevità.

Che cosa significa la cura di sé significa per te, e perché è così importante durante la fecondazione in vitro?

Condividi su Pinterest

Valerie Bouchand: Nella preparazione per cicli di fecondazione in vitro, la cura di sé per me ha coinvolto un sacco di ricerca su ciò che esattamente fecondazione in vitro è stato, come il corpo meglio risponde ai farmaci, e come ho potuto massimizzare le mie possibilità di successo. Ho imparato che cosa componenti di cura per me sarebbe contribuire il più alto tasso di successo e ciò contribuirebbe al fallimento.

Jessica Hepburn: Cura di sé significa in modo proattivo alla ricerca dopo la vostra salute fisica e mentale e riconoscendo quanto sia importante farlo, sia per se stessi e le persone intorno a voi. E ‘assolutamente essenziale durante la fecondazione in vitro, perché è una delle cose più difficili si passa attraverso nella vostra vita.

Amy Belasen Draheim: Cura di sé significa anti-stress, decompressione, e trovando il modo di far fronte alle emozioni e dubbi che strisciano, specialmente nei periodi di stress e di incertezza.

Cura di sé era così importante durante la fecondazione in vitro, perché una diagnosi di infertilità può essere emotivamente tassazione. Può essere un montagne russe di alti e bassi.

Può essere impegnativo fisicamente e mentalmente drenante, e impegnandosi a cura di sé è una delle cose più importanti che potete fare per voi stessi in qualsiasi momento, ma soprattutto durante la fecondazione in vitro.

Quali sono alcune cose che hai fatto per la cura di sé durante la fecondazione in vitro?

Condividi su Pinterest

Lisa Newton: La cosa più importante che ho fatto per la cura di sé durante la fecondazione in vitro è stato quello di cancellare il mio programma. Durante il mio primo ciclo, ho cercato di tenere tutto normale e semplicemente non ha funzionato.

Quando il ciclo è fallito, non avevo spazio per soffrire e recuperare. Per i miei cicli successivi, ho cancellato il mio calendario di qualsiasi cosa non essenziale.

Questo mi ha permesso lo spazio avevo bisogno di andare agli appuntamenti senza fretta o conflitti di programmazione. Mi ha dato spazio per fare cose che rilassato e mi ha sollevato e mi ha permesso di elaborare e addolora quando il nostro secondo ciclo non è riuscito.

Jennifer Palumbo: ho fatto piccole cose che mi ha fatto sentire la diagnosi di infertilità, e se non avessi mai rimanere incinta, erano tutti fuori dal mio controllo “in controllo”..

Ma c’erano alcune cose che ho fatto che ho potuto controllare e mi ha fatto sentire meglio: hanno una cartella divertente per mantenere tutta la mia IVF ciclo di lavoro di ufficio - ho scelto una cartella Wonder Woman naturalmente; fare una playlist musicale stimolante da ascoltare mentre andando da e per la clinica; e, che ci crediate o no, nominando ogni ciclo con un nome tematica divertente.

Amy: Durante la fecondazione in vitro, e nell’anno precedente, ho visitato il mio agopuntore settimanale, mangiato alimenti fertilità-friendly, rastremato verso il basso la mia abitudine di yoga calda e ha iniziato a praticare yoga a casa, entrò il mio cane al giorno, e praticato la meditazione prima di dormire.

Ho preso i bagni settimanali (non troppo caldo), con giardino, e ho trovato il tempo per viaggiare con mio marito, nonostante i nostri programmi occupati.

Che cosa è un consiglio che daresti a qualcuno attualmente in fase o in procinto di iniziare il processo di fecondazione in vitro?

Condividi su Pinterest

Jennifer: Fate quello che dovete fare per comprarti cinque minuti di felicità durante il processo. Sul serio. Acquistare un lecca-lecca, ottenere una manicure, non alzare il telefono se non si vuole, prendere quel pisolino, guardare il vostro programma preferito.

Se avete bisogno di mettere se stessi prima, mentre sta attraversando un ciclo di fecondazione in vitro per ottenere attraverso di essa, va bene così. E non c’è bisogno di sentirsi in colpa. Sei ancora favoloso, e si tratta di rimanere sani di mente in circostanze ormonali.

Lisa: Il mio miglior consiglio cura di sé potrebbe essere quella di capire che cosa è necessario fare per poter Per me, è stato schiarendo il mio programma “riempire la tazza.”.

Per alcune persone, potrebbe essere passare del tempo con gli amici o l’aggiunta di ulteriori impegni di divertimento come notti ragazze fuori o più notti data. Probabilmente sarà diverso per ogni persona.

Amy: Non abbiate paura di lasciare che la gente in parlare con un professionista.. Il mio agopuntore era quella persona. Lei rise con me e piangeva con me. Lei mi ha visto attraverso di essa tutti - per un intero anno prima del trasferimento di fecondazione in vitro e in tutta la mia gravidanza dopo il trasferimento.

Era una cassa di risonanza ogni passo del cammino, ed è divenuta mia terapista e il mio amico. Ma parlare con la vostra famiglia, anche. Per anni, non condividevo la mia lotta con i miei genitori e fratelli. Quando finalmente li fece entrare, il loro sostegno è stato esattamente quello che mi serviva.

Jessica: Non rinunciare “Progetto You” per la FIV è un miracolo della scienza che ha dato molte persone le famiglie che sognano, ma non funziona ogni volta per tutti, e il viaggio può essere lungo “Progetto Baby”. e duro.

Quindi, qualunque cosa tu faccia, non perdere di vista le altre cose che vuoi per la tua vita e che ti fanno sentire felice di essere vivo.

Ho scoperto nuoto in acque libere ed ha continuato a nuoto la Manica, che potete leggere nel mio nuovo libro, “21 Miles: Nuotare in ricerca del senso della maternità .” E ‘stato il miglior cura di sé che abbia mai fatto e cambiato tutta la mia vita per il meglio!


Jessica Timmons è stato uno scrittore e redattore per oltre 10 anni. In seguito alla nascita del suo primo figlio, ha lasciato il suo lavoro di pubblicità per iniziare freelance. Oggi, scrive, modifica, e si consulta per un grande gruppo di clienti stabili e in crescita come una mamma di lavoro-at-home di quattro, stringendo in un concerto di lato come un co-direttore di idoneità per uno Arts Academy marziali. Tra la sua vita piena di impegni a casa e mix di clienti provenienti da industrie varie - come stand-up paddleboarding, barrette energetiche, immobili industriali, e di più - Jessica non si annoia.

Jennifer “Jay” Palumbo è uno scrittore freelance; infertilità / difensore dei diritti delle donne; l’ex comico; autore del blog, ‘Il 2 settimane di attesa”; e orgoglioso IVF mamma. I suoi articoli sono stati presentati sul Huffington Post, ScaryMommy, Time Magazine, Sé, Babble, e XOJane. Lei è stato anche intervistato su prese di notizie come la CNN, NPR, e BBC, dove ha dimostrato la sua capacità di rendere le questioni ancora riproduttivi divertente ed educativo. Si offre volontaria anche per diverse organizzazioni tra cui l’Alleanza per la fertilità Conservazione, risolvere, l’Associazione Nazionale Infertilità, March of Dimes, e il Club di Gilda. È possibile seguire il suo “infertilità humor” su Twitter .

Lisa Newton blog su infertilità a AmateurNester.com . E ‘autrice di “Preparativi per la fecondazione in vitro:. Avvicinandosi tuo fecondazione in vitro con fiducia e coraggio” La sua prima figlia è nata dopo tre cicli di fecondazione in vitro, e la sua seconda figlia è stata una sorpresa concepimento naturale. Vive con il marito e le figlie sulla costa centrale della California.






Valerie Bouchand è un North Carolina nativo, attrice, modella stampa commerciale, pluripremiato produttore cinematografico, autore pubblicato, e filantropo. Ha studiato presso la Howard University e Fordham University ed è l’ex portavoce nazionale ObesityHelp e MakeItALifestyle . Lei gestisce anche il blog, Plan B Chronicles .






Amy Belasen Draheim è un autore, viaggi e lifestyle blogger ed esperto di marketing ospitalità pubblicato. Vive a Bend, Oregon, con il marito, il cane, e il figlio appena nato. Ha scritto sul suo viaggio verso la maternità.






Jessica Hepburn è l’autore di “21 Miles: Nuotare in ricerca del senso della maternità”. “La ricerca della maternità”, e lei è anche il fondatore della Fertilità Fest, primo festival delle arti al mondo dedicato alla scienza di fare i bambini.