Pubblicato in 19 October 2017

Lo Stato della relazione di cura 2017

Dal costo chiarezza ai progressi tecnologici, passiamo in rassegna diverse generazioni per vedere la loro posizione sulle dinamiche di cambiamento della sanità americana.

State of CareCondividi su Pinterest

Molto è cambiato nel settore sanitario nel corso degli ultimi decenni.

I medici possono trasmettere i risultati dei test da ospedale per ufficio in una manciata di secondi. Le cartelle cliniche sono memorizzati in computer, non all’interno di cartelle di file manila impilati sugli scaffali su scaffali. I pazienti possono prenotare, spostare o annullare gli appuntamenti, senza prendere in mano il telefono.

Eppure, molto non è cambiato.

fatturazione medica è più complicato che mai. attese lunghe ancora affliggono il sistema. E nonostante anticipo pervasiva della tecnologia su molti aspetti della vita, il settore sanitario lotta ancora per adattare il tradizionale rapporto medico-paziente ad un approccio più del 21 ° secolo.

Sanità in America si trova ad un precipizio, un punto di flesso da cui i medici, i pazienti, e tutti gli altri attori del settore sanitario può plasmare un futuro che è meglio per gli americani e il sistema sanitario americano.

Per questo report, Healthline deciso di esplorare come i pazienti interagiscono con strutture mediche, informazioni e fornitori, così come scoprire come questi fornitori hanno risposto e stanno rispondendo alle mutevoli esigenze. Tali problemi vanno dai chiede una maggiore trasparenza dei prezzi alla spinta di una maggiore integrazione della tecnologia sanitaria.

Per fare questo, Healthline ha intervistato diversi esperti e ha condotto una nuova indagine di 1.348 persone. Questo è lo stato della relazione di cura Healthline 2017.

I principali risultati del rapporto Healthline sono:

  • 80 per cento degli intervistati si vota come “esperto” in materia di salute.
  • Ricerca online gioca un ruolo importante nel settore sanitario. Il 44 per cento degli intervistati ha Googled un problema di salute, invece di andare da un medico, i farmaci di ricerca 83 per cento o trattamenti, e 82 sintomi di ricerca per cento.
  • Costi e convenienza sono fattori importanti per le decisioni di salute. Il 65 per cento degli intervistati ha detto loro rete di assicurazione è stato il fattore più importante nella scelta di un fornitore di assistenza sanitaria. 42 per cento ha detto la convenienza era importante.
  • 38 per cento degli intervistati ha visitato un centro di cure urgenti, invece di un medico nell’ultimo anno. Il 55 per cento ha detto che la convenienza è stato il motivo di guida.
  • La tecnologia che facilita l’assistenza sanitaria non è ampiamente usato oggi, ma si prevede una crescita. Oggi, il 5 per cento degli intervistati ha avuto un consulto medico on-line dal vivo invece che di persona, ma il 33 per cento ha detto che avrebbero fatto in futuro.

I risultati si basano su un campione nazionale di 1.348 americani, 18+ anni, reclutati dal pannello di Contribute di SurveyMonkey. L’indagine è stata eseguita 13 agosto-21 agosto, al 2017.

L’assistenza sanitaria in America è costoso, e sta diventando sempre più costoso ogni anno che passa.

Nel 2015 (ultimo anno record sono disponibili), l’americano medio ha speso $ 10.345 ogni anno il loro assistenza sanitaria, e come nazione, i nostri costi sanitari è salito a$ 3.2 trilioni di. Questo è il 17,8 per cento del prodotto interno lordo del paese (PIL). In altre parole, quasi un sesto del denaro speso in questo paese va verso l’assistenza sanitaria.

stato di curaCondividi su Pinterest

Questi numeri parlano di una cosa: gli americani prendono sul serio la loro salute, e sono impegnati nel prendersi cura di se stessi.

Forse è una sorpresa se si considera l’età in cui viviamo. In nessun altro momento nella storia umana sono le persone stata in grado di accedere alla quantità di informazioni sulla salute che è a loro disposizione oggi.

ricerche su Internet, video streaming, medici celebrità - che tutti cercano di portare gergo medico complicato e diagnosi nel regno della comprensione. Nome una malattia, e non c’è probabilmente conti miriade di Instagram, gruppi di Facebook, e canali di YouTube dedicati proprio a tale questione.

Questo accesso si traduce in fiducia circa conoscenze sulla salute - qualcosa l’80 per cento delle persone nel sondaggio Healthline hanno detto che si sentono - e che punti a cambiamenti drammatici nel modo in cui i pazienti sono alla ricerca di interazione con la medicina e fornitori.

Secondo la nostra indagine, Millennials (i nati tra il 1982 e il 1999) sono più propensi a utilizzare la tecnologia e le risorse on-line per tutta la loro esperienza medica. Ad esempio, Millennials sono due volte più probabilità di Google un problema di salute rispetto a andare da un medico.

Millennials sono anche tre volte più probabilità di baby boomers (nati tra il 1946 e il 1964) per chiedere consiglio su una piattaforma sociale o scaricare un’applicazione relative alla salute.

Nonostante le differenze tra Millennials, boomers, e Gen Xers (persone nate tra il 1964 e il 1982), le tre generazioni tutti d’accordo su due aspetti importanti della sanità che non soddisfano le loro esigenze: costi e convenienza.

Le richieste di un sistema sanitario che funziona su “le mie condizioni” al posto del previsto di un medico è stato uno dei più grandi forze motrici del cambiamento negli ultimi decenni. Per esempio, ha portato alla nascita di opzioni di assistenza sanitaria on-demand come cure urgenti e delle tecnologie sanitarie.

“Sulla base del 2016 Urgent Care Association of America (UCAOA) Benchmarking Survey, abbiamo visto un aumento del 10 per cento del numero totale di centri di cure urgenti a livello nazionale dal 2015, fino a 7.346 centri”, ha detto Pamela Sullivan, MD, MBA, presidente della UCAOA.

In realtà, il 41 per cento delle persone interrogate per l’indagine Healthline ha detto che erano stati ad un impianto di cure urgenti nel corso dell’ultimo anno.

“Centri di cure urgenti sono progettati con programmi occupati e budget limitati in mente, facendo attenzione a non di emergenza preoccupazioni per la salute sono presi cura di”, ha detto Sullivan.

L’appetito crescente per le interfacce più, più recenti, e le migliori tecnologie, da tutte le generazioni di americani, offre anche l’opportunità per le aziende di spostare la loro modalità di cura e come interagiscono con i loro clienti.

Meglio ancora, si tratta di un’opportunità per le aziende e gli uffici sanitari di tutte le dimensioni, come le strutture di assistenza urgente, per ascoltare i loro pazienti - dai boomers di invecchiamento ed i Millennials giovanile alla Gen Xers in mezzo - e sviluppare le opzioni che parlano ai loro più grandi richieste .

Americani potrebbero spendere un sacco di soldi per la sanità ogni anno, e il numero elevato potrebbe suggerire che corrono ad un ufficio con ogni raffreddore o starnuto. Infatti, l’84 per cento delle persone intervistate ha detto che erano stati ad un medico nell’ultimo anno. Eppure, l’indagine Healthline trovato un sacco di gente esita a fissare un appuntamento, in primo luogo.

Trenta-quattro per cento dei Millennials, il 40 per cento dei Gen Xers, e il 57 per cento dei baby boomer hanno detto che cercato un medico quando hanno avuto i sintomi, ma un quarto delle persone nel sondaggio hanno detto che sono delle probabilità di ignorare o minimizzare i sintomi.

Un unico dinamica generazionale ha fatto ottenere un po ‘più giovani nella porta un po’ più difficile di quanto la gente una o due generazioni più vecchie.

Questa dinamica? Millennials non sottolineare il rapporto medico-paziente allo stesso modo i loro genitori o nonni potrebbe. Invece, essi preferiscono le proprie conoscenze, o almeno ciò che possono trovare su internet.

“Baby boomer in genere si basano più pesantemente su consiglio e la leadership dei loro medici. Rispettano il rapporto medico-paziente e generalmente seguire i loro consigli mentre Millennials interrogheranno e la sfida “, ha detto Grant Geiger, CEO di EIR Healthcare , una tecnologia di assistenza sanitaria e di innovazione del gruppo.

“Questo ha creato una nuova opportunità nel mercato. La generazione del nuovo millennio non crede in un ‘unica fonte.’ Questo vale non solo per l’assistenza sanitaria, ma lo shopping auto, vestiti, televisori, e anche le vacanze.”

Geiger vede questi cambiamenti generazionali come margini di miglioramento e di crescita. Millennials sono alla ricerca di ulteriori informazioni e chiarezza quando si tratta di loro salute e la loro cura. I medici possono soddisfare che, fornendo loro competenze con un lato di empowerment.

Quando una diagnosi è tramandata, i medici in grado di offrire informazioni aggiuntive per ulteriori ricerche. I risultati del sondaggio mostrano HealthLine persone sono alla ricerca e di ricerca. Le due generazioni più giovani spesso usano Google o Internet come una fermata prima fase quando i sintomi si presentano. I medici possono aiutare a garantire le informazioni che trovano è stimabile, onesto e degno di fiducia.

“In ultima analisi, questo sarà solo migliorare i risultati sanitari come sia i pazienti che i medici in ultima analisi, avere un dialogo migliore, e nel frattempo, questa nuova generazione di partecipare al nostro sistema sanitario ha trovato un modo per migliorarlo e spingerlo ulteriormente”, ha detto Geiger.

l'assistenza sanitaria attraverso le generazioniCondividi su Pinterest

esperienza ufficio I medici tradizionali ha una reputazione infame. Sia che si tratti per lo più aneddotica o veramente la stragrande maggioranza delle esperienze, il sit-and-wait calvario di ufficio visita i moderni medici ha spinto molte persone di tutte le generazioni a chiedere qualcosa di diverso.

“Il flusso di lavoro in medicina non è orientata verso l’esperienza del paziente. Mentre in altri settori, se stai parlando ospitalità, se stai parlando del settore della ristorazione, se si parla di shopping, è tutto su ciò che è meglio per il consumatore. Si desidera loro di avere una buona esperienza “, ha detto Shoshana Ungerleider, MD, un internista a San Francisco.

“La medicina è impostato per la fatturazione e per i medici e gli infermieri. Onestamente, i medici non hanno nemmeno pensare due volte prima di fare i loro pazienti aspettare 45 minuti, che credo è atroce. Penso che siamo finalmente in un luogo in cui i consumatori sono tipo di spinta in avanti e questo dicendo: ‘Ascolta, questo non è accettabile per me per sedersi nel vostro ufficio e aspetto. Ho molte altre cose importanti di fare ‘. Io in realtà d’accordo con i pazienti in questo.”

Per molte persone, che l’esperienza rotto li ha spinti a visitare le strutture di assistenza urgente. Nel sondaggio Healthline, 4 persone su 10 hanno utilizzato un impianto di cure urgenti nell’ultimo anno perché non vogliono aspettare per un appuntamento, o hanno detto che sarebbero troppo disturbati da un lungo tempo di attesa.

“La maggior parte dei centri di cure urgenti fornire un tempo di attesa di 30 minuti o meno di vedere un fornitore e 60 minuti o meno per la durata della visita del paziente”, ha detto Sullivan. “Il novanta per cento dei centri di cure urgenti sono anche aperto sette giorni a settimana e almeno quattro ore al giorno, a seconda della UCAOA 2015 e 2016 indagini di benchmarking.”

E la gente di tutte le generazioni hanno risposto - soprattutto i gruppi più giovani.

Nel sondaggio Healthline, Millennials e Xers Gen erano più propensi a utilizzare cure urgenti (42 per cento e 43 per cento, rispettivamente) rispetto baby boomer. Solo il 30 per cento di questa generazione più vecchia, ha detto che hanno usato queste strutture sanitarie on-demand.

Condividi su Pinterest

“In un sondaggio tra i consumatori UCAOA abbiamo condotto nel 2016, abbiamo scoperto che Millennials più altamente priorità convenienza e risparmio di costi quando si cerca di opzioni di assistenza sanitaria”, ha detto Sullivan. “Così abbiamo assolutamente convinta che i pazienti più giovani sono più propensi a utilizzare cure urgenti.”

Per David Cutler, MD, una medicina di famiglia medico al Centro di Salute di Provvidenza San Giovanni a Santa Monica, in California, la crescita delle strutture di assistenza urgente ha senso considerando il ritmo tormentato della vita di molte persone - ma queste visite possono finalmente hanno un costo.

“Cure urgenti può quasi sempre essere utilizzato, ma non è spesso ottimale”, ha detto Cutler “Una cosa che fa è che interrompe la continuità delle cure con il medico di base. Questo è il medico che sa che il paziente migliore e che forse possono diagnosticare in modo più efficiente un problema medico complesso. Siamo probabilmente non è migliore a diagnosticare il raffreddore o l’infezione della vescica o la malattia limitata che sta per entrare meglio in pochi giorni a prescindere, ma se hanno dolore toracico o dolore addominale con un sacco di considerazioni diagnostiche, allora probabilmente stai meglio vedere il vostro medico di assistenza primaria.”

I risultati, tuttavia, sono misti quando si tratta di esperienze a questi uffici di assistenza urgente. Il trade-off tra un medico che ha un rapporto più consolidata con il loro paziente e un medico che può trattare rapidamente crea un vuoto nella soddisfazione che era evidente nella nostra indagine.

Ad esempio, solo il 59 per cento delle persone nel sondaggio valutato la loro esperienza di cure urgenti “buono”. Millennials offerto la lode più basso, con il 55 per cento di quel gruppo di età nel sondaggio dicendo che la loro esperienza è stata buona. Degli altri due gruppi, il 57 per cento dei Gen Xers e il 63 per cento dei baby boomer hanno dato i studi medici veloci un pollice in su.

“Penso di cure urgenti, quando viene utilizzato per quello che in realtà è lì per, dentro come una situazione di urgenza o dopo l’orario, che è un grande momento di utilizzare cure urgenti”, ha detto Ungerleider.

“Credo che l’utilizzo di cure urgenti per la cura primaria è una pessima idea. L’intero punto di avere un medico di assistenza primaria è così che la persona che ti conosce. Si crea un rapporto nel corso del tempo, e che non si verifica quando si cammina in una clinica cura urgente. Stai andando a vedere qualunque fornitore casuale è su chiamata. Faranno del loro meglio per prendersi cura di voi, ma penso che ci sia valore attaccare con un medico e un ufficio del medico che in realtà si conosce nel corso del tempo. Gli errori possono accadere, e le cose possono ottenere trascurato quando si va a cura urgente per regolare cure primarie “.

Chiede costo chiarezza crescere più forte

Ciò che rende la maggior parte delle visite mediche ancora più frustrante è la mancanza di trasparenza quando si tratta di prezzi, partecipanti al sondaggio ha detto Healthline.

In un ristorante, il cliente seleziona un antipasto tra una vasta gamma di opzioni, i cui prezzi sono chiaramente visibili sul menu. Quando il disegno di legge arriva, non ci dovrebbero essere sorprese.

Lo stesso non si può dire per l’assistenza sanitaria. Spesso, il totale della visita non è noto fino alla nomina è finito, o talvolta anche più tardi.

Ciò significa che i pazienti sono messi in una situazione in cui devono fare delle scelte in base alle loro costi previsti, non i loro risultati attesi. Ad esempio, il 65 per cento delle persone nel sondaggio ha detto che il fattore più importante quando selezionano un operatore sanitario è che la persona o struttura è nel loro rete assicurativa.

fornitori di out-of-network costano più soldi, così mentre la reputazione o una raccomandazione potrebbe essere tentati, i costi previsti - e la quota di una compagnia di assicurazioni ha in pagando loro - è il singolo più grande fattore determinante per la maggioranza delle persone nel nostro sondaggio.

Appena dietro le reti di assicurazione sulla lista dei fattori importanti per la scelta di un fornitore di assistenza sanitaria sono reputazione (55 per cento) e la comodità (42 per cento).

Un terzo delle persone nel sondaggio ha detto che hanno cancellato o rinviato vedere un medico a causa dei costi previsti. Vedendo pratiche di cura urgenti come una scelta più economica, il 29 per cento ha dichiarato di aver utilizzato uno di questi uffici nel corso dell’ultimo anno particolare perché si aspettavano il costo per essere più basso.

“È interessante notare che nel settore sanitario, c’è ben poco la trasparenza dei prezzi. Questo è un grande frustrazione per me come un fornitore, per il nostro personale della reception, per i pazienti, in quanto non sempre sappiamo. Non possiamo sempre dare una stima “, ha detto Ungerleider.

America, il Dr. Google vedrà ora.

La maggioranza (82 per cento) di persone nel sondaggio di Healthline ha detto che in genere ricercano un sintomo prima di cercare un professionista sanitario.

In effetti, l’indagine rivela la maggior parte delle decisioni sulla salute sono alimentati da una ricerca ad un tasso crescente - dal primo segno di sintomi, di decidere di compilare una prescrizione, a verificare la reputazione di un medico o un ospedale prima di prenotare un appuntamento o una procedura.

Quasi 7 su 10 partecipanti al sondaggio (69 per cento) ha detto che ricercano la reputazione di un medico prima di prendere un appuntamento. Dopo la nomina, l’83 per cento ha dichiarato di utilizzare Internet per la ricerca di un farmaco o trattamento loro prescritta dal medico.

“Negli ultimi 20 anni, abbiamo visto cambiamenti piuttosto drammatici nel modo in cui le persone a trovare le informazioni di assistenza sanitaria e di prendere decisioni di assistenza sanitaria”, ha detto Arun Mohan, MD, MBA, praticando internista nella zona di Atlanta, amministratore delegato di Radix Salute e consulente medico per CareDash.com .

“I miei pazienti più vecchi tendono a porre molta fiducia in ciò che i medici raccomandano. generazioni più giovani, d’altra parte, hanno trascorso gran parte della loro vita in un mondo che è pieno di informazioni. Di conseguenza, c’è un naturale scetticismo verso l’autorità e il desiderio di ‘fiducia, ma verificare.‘”

Il problema con l’utilizzo di Internet per la ricerca medica e la diagnosi, Cutler ha detto, è che un algoritmo informatico non può distinguere tra la probabilità di diagnosi certa. Ad esempio, i risultati di ricerca per un mal di testa potrebbe alzare un mal di testa del seno, un attacco di emicrania, rottura di un aneurisma nel cervello, o addirittura un tumore al cervello. La probabilità di ciascuno di questi diminuisce decisamente come uno ordinamenti attraverso i segni e sintomi, ma una ricerca di computer non possono sempre dire.

“Quando è abbastanza semplice che si può fare un algoritmo informatico fuori di esso, potrebbe funzionare”, ha detto Cutler. “Ma quando è complesso e ci sono così tante scelte, è necessario un cervello umano per ordinare attraverso queste scelte.”

“Se non altro, Gen Xers sono più comodo andare on-line per informazioni sulla salute perché devono essere. Non solo hanno un maggior numero di malattie croniche, ma si preoccupano per i parenti più anziani e prendere decisioni di assistenza sanitaria molto più regolarmente rispetto alle generazioni più giovani “, ha detto Mohan.

Se il fastidio di andare in uno studio medico è troppo di un onere - o se il medico è centinaia di miglia di distanza ed i pazienti non hanno un modo per arrivarci - la tecnologia può portare al medico di elettronicamente.

Almeno, questa è la struttura operativa del Dipartimento di telemedicina presso l’University of Alabama a Birmingham. La decisione dell’università di investire in questo settore della tecnologia sanitaria è un riconoscimento del cambiamento che sta arrivando in impegni di assistenza sanitaria. Eric Wallace, MD, è il direttore di questo dipartimento di recente apertura.

“Aumenta l’accesso alle cure e ha dimostrato di diminuire l’utilizzo del pronto soccorso per problemi di ridotta acuità, risparmiando così il paziente e il denaro sistema sanitario”, ha detto Wallace.

Wallace, che visita con i pazienti provenienti da tutto Alabama tramite connessione internet, vede il futuro di questo programma come una win-win per i pazienti e il settore sanitario nel suo complesso.

Anche se molti degli appuntamenti di Wallace capita di essere con i vecchi reni o dialisi pazienti in Alabama rurale (Wallace è anche un assistente professore e la Divisione di Nefrologia e direttore della UAB Dialisi Peritoneale Program), conosce il futuro per il programma va oltre la portata in cui opera al momento. Infatti, Wallace ha detto, l’obiettivo per coinvolgere chiunque nella tecnologia sanitaria non dovrebbe dipendere l’età. Dovrebbe, ha detto, cerniera su come le persone in un’esperienza tech che si sente giusto per loro, se questo è parlare con qualcuno al telefono, video chat, o di persona.

“Questo modello può essere utilizzato anche per la salute del comportamento, e, per molti versi, è meglio che il nostro modello tradizionale. I pazienti possono essere più propensi a fare una visita con un fornitore di salute comportamentale nella privacy della propria casa, invece di andare e in attesa in una sala d’attesa del pubblico per uno di quei fornitori,”ha detto.

Tecnica sanitaria in azione

Nella nostra indagine, solo il 5 per cento delle persone hanno riferito di aver avuto un consulto medico dal vivo attraverso una forma di tecnologia di assistenza sanitaria on-line. Millennials, con l’8 per cento dicendo che hanno fatto questo, le prime della classe. Solo il 3 per cento dei boomers hanno utilizzato la tecnologia per soddisfare con il loro medico on-line.

Baby boomer in realtà battere entrambe le Millennials e Xers Gen quando si trattava di utilizzare un portale paziente di fare una domanda un medico. Un terzo dei boomers utilizzate questa tecnologia, mentre meno di un quarto dei due giovani generazioni avevano.

Mentre l’uso della tecnologia di oggi non è stata ampiamente adottata, il numero di persone che hanno detto che si aspettano di utilizzare la tecnologia salute nei prossimi anni mostra che v’è una crescente richiesta.

Un terzo ha dichiarato di voler utilizzare la tecnologia di salute di avere un live appuntamento medico on-line o la consultazione. Più della metà (53 per cento) ha detto che avrebbe utilizzato un portale paziente a chiedere a un medico una domanda o ricevere consigli da parte del personale medico. Infine, 6 a 10 (61 per cento) ha detto che userebbero un portale del paziente per fare una visita medica.

Condividi su Pinterest

“Se il problema è l’influenza che avete bisogno di un Z-Pak per un telemedicina consultare non solo è più veloce, ma più conveniente, anche,” ha detto Meg Murphy, responsabile della comunicazione per HealthJoy , uno strumento di datore di lavoro-based che può aiutare a impegnarsi dipendenti con le decisioni più intelligenti di assistenza sanitaria che costano meno e risparmiare tempo. “Le persone non sono necessariamente utilizzate per risolvere problemi medici per telefono o chat video, ma la proposta di valore di parlare con un medico in due minuti e avere una prescrizione consegnato un’ora dopo, senza mai alzarsi dal letto perché si sentono crummy con l’influenza, è difficile negare.”

“Il problema con un sacco di tecnologia di oggi è che le persone non sanno quello che hanno accesso a, perché l’accesso a queste tecnologie è nascosta in pacchetti di iscrizione, o sepolto in un sito web di supporto”, ha detto Murphy. “Quindi, anche se si ha accesso a questi strumenti, non pensare a loro quando ne hai bisogno, e di default a tutto ciò che hai sempre saputo.”

Tecnologia che aggira percorsi sanitari tradizionali

Con l’avvento degli smartphone e SmartWatch, gli americani sono sempre più diventati una nazione tracker. Cioè, siamo legati con cellulari e tecnologie indossabili che possono contare e tenere traccia ogni nostro passo o minuto di seduta.

Per molte persone, questa informazione non lascia mai il loro telefono cellulare. E ‘una cosa di naturale curiosità, ma i medici in ritardo nell’adattarsi questi monitor di salute nel loro piano di assistenza globale.

Un gruppo che non è rimasta indietro nella spaziosa potenziale tra tecnologia e salute è sviluppatori di applicazioni. La crescita in piena espansione di applicazioni come HealthTap, HealthJoy, e Woebot permettere alle persone di ottenere una “diagnosi” o “trattamento” per pochi dollari o no di dollari a tutti. Queste applicazioni sono progettati per fornire all’utente un livello di trattamento che potrebbero non corrispondere a quello di un appuntamento in carica, ma basta per quanto ne hanno bisogno.

Una maggiore comprensione di queste applicazioni, così come un ulteriore adattamento di essi in ambito sanitario, possono fornire i medici, pazienti e personale sanitario un altro luogo per comunicare in un modo del 21 ° secolo.

Quasi la metà delle persone nella recente indagine Healthline (44 per cento) ha dichiarato di utilizzare Google per la ricerca di un sintomo. Quasi 7 su 10 (69 per cento) ha dichiarato cercato su internet per la reputazione di un medico o di recensioni prima di prendere un appuntamento.

Con i numeri così in alto, è sorprendente che pochissime persone effettivamente hanno riferito che usano i social media per postare su o fare domande per le loro esigenze di assistenza sanitaria. Sembra da tre generazioni di persone che di solito condividono apertamente sui social media come Facebook e Instagram, l’assistenza sanitaria è troppo personale.

Meno di 1 su 5 Millennials, Gen Xers e baby boomer segnalato nel nostro sondaggio che hanno usato i social media per condividere o inviare su una buona esperienza con un medico. Un altro 9 per cento delle persone ha detto che hanno usato i social media di post su una condizione di salute che colpisce un membro della famiglia o di se stessi.

Ma questo non significa che gli americani non sono aperti al contributo di amici e familiari. In effetti, gli americani rango reputazione come il loro secondo fattore più importante quando scegliere un medico (55 per cento), appena dietro la copertura assicurativa.

“Credo che Millennials basano su recensioni e il passaparola di scegliere dove stanno andando per ottenere la loro cura”, ha detto Ungerleider. “Lo faccio io stesso. Guardano in linea per una sorta di recensioni come recensioni Yelp o una piattaforma recensione per assicurarsi che l’operatore sanitario che stanno vedendo o l’ospedale che stanno usando è ben valutato “.

Nessuno piani per l’emergenza sanitaria che hanno. Un freddo sembra venire al momento più trafficato al lavoro. Una gamba rotta complica tutto. Un attacco di cuore si inserisce in nessun programma. Ma una cosa la gente può fare ora per prepararsi per le possibilità di assistenza sanitaria del futuro è il piano.

La maggior parte delle persone nel sondaggio di Healthline (67 per cento) hanno un ospedale designato in mente per le loro esigenze mediche, ma Millennials sono i meno probabilità di avere il loro ospedale scelto.

Quasi la metà (46 per cento) dei Millennials non hanno un ospedale designato per il trattamento medico o procedure futuri. Di questi il ​​46 per cento, più della metà (52 per cento) ha detto che non hanno mai pensato a quale ospedale che preferiscono.

Condividi su Pinterest

Le persone che non hanno un ospedale selezionato citano diverse ragioni. Essi non credono hanno bisogno di un ospedale perché sono in buona salute (21 per cento), o non sanno quale ospedale ha la migliore reputazione (15 per cento).

La gente nel sondaggio ha detto il fattore primario nella scelta di un ospedale è copertura di rete assicurativa. Più del 60 per cento delle persone intervistate classificato rete la loro compagnia di assicurazione al di sopra di altri importanti fattori come la reputazione, la convenienza, e il costo.

Questi risultati riflettori l’importanza di aiutare i pazienti a prepararsi per gli eventi sanitari futuri che richiedono i servizi di un ospedale. Le esigenze possono essere semplici, come una radiografia per un dito fratturato, o le esigenze possono essere complicate, come ad esempio una risonanza magnetica dopo sensazione di vertigini per diverse settimane. La decisione dovrebbe essere presa sulla base di ciò che è necessario più, non su altri fattori di stress.

Gli americani hanno un sano appetito per la guida di salute.

In effetti, il 58 per cento delle persone nel sondaggio ha detto che vorrebbero una guida ai test sulla salute e proiezioni di fase di vita. Affrontare le esigenze preventive può aiutare le persone a vivere più a lungo, una vita più sana e, infine, mantenere le loro spese sanitarie vita in giù. Le misure preventive possono anche aiutare le persone con fasi iniziali della malattia impediscono di ottenere più malato - e che necessitano di cure più costoso.

“Nell’era della medicina basata sul valore, penso che stiamo assistendo a un cambiamento in termini di costi, tale che v’è la volontà di aumentare le visite di telemedicina e la copertura a causa della promessa che farà diminuire i ricoveri inutili e ri-ospedalizzazioni, ridurre il pronto soccorso visite, e in generale migliorare la salute prima che il paziente mai bisogno di utilizzare interventi sanitari ad alto costo “, ha detto Wallace.

Un’altra metà degli intervistati (52 per cento) vorrebbe suggerimenti dei pazienti per una specifica procedura medica, la chirurgia, o condizione. Dopo una nuova diagnosi o farmaci, il 43 per cento ha detto che vorrebbero informazioni che possono leggere e comprendere, e il 35 per cento vorrebbe suggerimenti stile di vita per il recupero dopo l’intervento chirurgico.

Gli ospedali possono sfruttare queste lacune con programmi pensati per incentivare il rispetto e la cooperazione con pre e post-intervento chirurgico, procedura, o di orientamento appuntamento. Questo rende cari i fornitori ai loro pazienti, e impedisce anche di follow-up o complicazioni costose.

Millennials sono cresciuti nell’era di internet. Hanno avuto un ottimo accesso a una ricchezza di informazioni per le loro decisioni di assistenza sanitaria quasi tutta la loro vita, ma erano meno propensi a dire che sono informati sul tema della salute. L’indagine di Healthline ha mostrato che il 71 per cento dei Millennials classificato stessi alto sulla scala conoscenze sulla salute, mentre il 81 per cento dei Gen Xers e 87 per cento dei baby boomer hanno fatto lo stesso.

Millennials sono anche maggiori probabilità di evitare interazioni sanitarie o posticipare la nomina di un medico. Perché? Costo. Anche in questo caso, la mancanza di chiarezza dei costi sanitari impedisce questa generazione più giovane di cercare l’assistenza sanitaria potrebbero sospettare di cui hanno bisogno.

Millennials anche riferito evitano gli appuntamenti del medico per paura di quello che sarà la diagnosi. Nel sondaggio, il 27 per cento dei Millennials ha detto che sono spaventati dal medico consegnerà una cattiva notizia, e per loro, che era un motivo sufficiente per evitare il medico del tutto. 26 per cento dei Gen Xers e solo il 11 per cento dei boomers evitati appuntamenti perché erano preoccupati per quello che il medico potrebbe dire.

Millennials sono due volte più probabilità di baby boomer di utilizzare Google per la ricerca di un problema di salute e tre volte più probabilità di utilizzare i social network per un consiglio. La nostra indagine ha rilevato che il 59 per cento dei Millennials hanno utilizzato o non utilizzare Google per la ricerca di un problema di salute, invece di andare da un medico. Solo il 47 per cento dei Gen Xers e il 30 per cento dei baby boomer hanno fatto lo stesso.

“Millennials sono molto più aperti ad adattare le nuove tecnologie, pensando olisticamente sulla loro cura, in realtà concentrandosi sul giorno per giorno di mantenimento della salute, l’esercizio fisico, e il benessere, contro solo andare dal medico una volta ogni anno o ogni due anni, ”ha dichiarato Ungerleider. “Stanno davvero a pensare a come la tecnologia può supportare meglio loro di vivere una vita sana ogni giorno, che è meraviglioso. Penso che offusca anche in Gen X come pure “.

Millennials hanno guidare la carica nel rivoluzionare gran parte di ciò che abbiamo pensato di come tipico solo un decennio fa. Start-up pieno di amministratori delegati e gli ingegneri più giovani hanno trasformato molte parti della vita accettato sul loro fine. modelli di trasporto tradizionali come servizi di taxi sono ora in fase scooted dai servizi di auto on-demand. Fare la spesa diminuisce come le aziende a domicilio di consegna crescere. Incontri ha lasciato la scena del bar e si è trasferito alle applicazioni.

Lo stesso probabilmente accadrà per l’assistenza sanitaria se i fornitori di cure, ospedali, medici e pazienti sono disposti a lavorare insieme, a superare le speedbumps noti di trasformazione di assistenza sanitaria, e di sviluppare un sistema che è più conveniente ed efficiente, e ha risultati migliori.