Pubblicato in 19 June 2017

Si può sopravvivere e prosperare con il cancro. L'ho fatto 9 Times.

Sopravvivere cancro è tutt’altro che facile. Farlo una volta può essere la cosa più difficile che mai fare. Per coloro che hanno fatto più di una volta, non si sa in prima persona che non è mai diventa più facile. Questo perché ogni diagnosi di cancro è unico nelle sue sfide.

Lo so perché io sono un sopravvissuto al cancro otto volte , e sto ancora una volta lotta contro il cancro per la nona volta. So che sopravvivenza del cancro è incredibile, ma fiorente con il cancro è ancora meglio. Ed è possibile.

Imparare a vivere, mentre si sente come se stessi morendo è un’impresa straordinaria, e uno che mi sono impegnato ad aiutare gli altri compiono. Ecco come ho imparato a crescere con il cancro.

Quelle tre parole temute

Quando un medico dice: “Lei ha il cancro”, il mondo sembra girare a testa in giù. Preoccupi subito imposta nel Si possono trovare te sopraffatto dalla domande come.:

  • Avrò bisogno di chemioterapia?
  • Perderò i miei capelli?
  • Sarà radiazioni ferire o bruciare?
  • Avrò bisogno di un intervento chirurgico?
  • Sarò ancora in grado di lavorare durante il trattamento?
  • Sarò in grado di prendersi cura di me stesso e la mia famiglia?
  • Morirò?

Ho sentito quelle tre parole spaventose nove volte diverse. E lo ammetto, mi sono chiesto queste domande stesse. La prima volta ero così spaventata, non ero sicuro che avrei potuto guidare casa in sicurezza. Sono andato in una quattro giorni di panico. Ma dopo di che, ho imparato ad accettare la diagnosi, determinato non solo a sopravvivere ma prosperare anche con la mia malattia.

Che cosa significa il cancro superstite?

Google “sopravvivere” e si troverà probabilmente questa definizione: “Continuando a vivere o esistere, soprattutto a fronte del disagio”

Attraverso le mie battaglie cancro e di parlare con quelli influenzati dal cancro, ho trovato che questa parola significa molte cose per molte persone. Quando ho chiesto che cosa significa sopravvivere all’interno della comunità medica, il mio medico ha detto il cancro sopravvivere significava:

  • Sei ancora vivo.
  • Stai andando attraverso le fasi dalla diagnosi al trattamento.
  • Si dispone di più opzioni con le aspettative di risultati positivi.
  • Stai cercando per una cura.
  • Non si aspettava di morire.

Quando si parla con compagni guerrieri di cancro nelle mie molte volte nella sala d’attesa dell’ospedale, ho scoperto che spesso avevano una diversa definizione di ciò che significava per sopravvivere. A molti, significava semplicemente:

  • svegliarsi ogni giorno
  • essere in grado di alzarsi dal letto
  • completando le attività della vita quotidiana (lavarsi e vestirsi)
  • mangiare e bere senza vomito

Ho parlato con centinaia di persone in trattamento nel corso degli ultimi 40 anni nel mio cammino con diversi attacchi di cancro. La gravità e il tipo di cancro a parte, ho scoperto che la mia sopravvivenza è anche dipesa da fattori al di là della malattia stessa, tra cui:

  • i miei trattamenti
  • il mio rapporto con il mio medico
  • il mio rapporto con il resto del team medico
  • la qualità della mia vita al di fuori delle mie condizioni mediche

Molte persone nel corso degli anni mi hanno detto che sopravvivere significa semplicemente non morire. Molti hanno detto che non hanno mai considerato c’era niente altro da prendere in considerazione.

E ‘stata una gioia per me per discutere i modi che potessero prosperare. E ‘stato il mio piacere per aiutarli a vedere che avrebbero potuto vivere una vita produttiva. E ‘stato davvero impressionante di convincerli di avere il permesso di essere felice e l’esperienza di gioia, mentre lotta contro il cancro.

Fiorente mentre morire di cancro

E ‘un ossimoro vivere mentre si muore. Ma dopo otto battaglie cancro di successo, io sono qui per promettere che è più possibile che si conosce. Un modo critico che ho prosperato attraverso e in-between diagnosi di cancro è di impegnarmi nella mia salute e la prevenzione delle malattie.

Nel corso degli anni, conoscendo il mio corpo quando si sente bene mi ha aiutato identificare quando le cose non sono giuste. Invece di voler via o ignorando i segnali del mio corpo per un aiuto, io agisco.

Io non sono un ipocondriaco, ma so quando andare dal medico per un controllo. E di volta in volta, ha dimostrato di essere il mio più fruttuoso tattica. Nel 2015, quando ho visitato il mio oncologo segnalare gravi nuovi dolori, ho sospettato il mio cancro era tornato.

Questi non erano i soliti dolori di artrite. Sapevo che c’era qualcosa di sbagliato. Il mio medico immediatamente ordinato test, che ha confermato i miei sospetti.

La diagnosi si sentiva triste: metastatico cancro al seno , che si era diffuso alle mie ossa. Ho iniziato subito radiazioni, seguita da chemioterapia. Lo ha fatto il trucco.

Il mio medico ha detto che sarei morto prima di Natale. Due anni più tardi, sto vivendo e fiorente con il cancro di nuovo.

Mentre mi è stato detto che questa diagnosi non ha cura, non ho perso la speranza e la volontà di lottare e di vivere una vita piena di significato. Così, sono andato in modalità fiorente!

Io continuerò a crescere

Avere uno scopo nella vita mi tiene in vita e determinato a combattere. E ‘l’immagine più grande che mi tiene concentrato attraverso le difficoltà. So che è possibile per chiunque lì fuori a combattere la grande lotta.

A voi, direi: Trova la tua vocazione. Rimanere impegnati. Appoggiarsi sul vostro sistema di supporto. Trova la gioia dove si può.

Questi sono i miei mantra che mi aiutano a vivere una grande vita di ogni giorno e prosperare:

  • Io continuare a scrivere libri.
  • Io continuare a intervistare ospiti interessanti sul mio programma radiofonico.
  • Io continuerò a scrivere per il mio giornale locale.
  • Io continuare a imparare tutto quello che posso sulle opzioni per il cancro al seno metastatico.
  • Io partecipare a conferenze e gruppi di sostegno.
  • Io aiutare ad educare i miei operatori sanitari circa le mie esigenze.
  • Farò fare tutto il possibile per sostenere per le persone con il cancro.
  • Io mentore chi mi contatta per chiedere aiuto.
  • Io continuare a sperare in una cura.
  • Io continuerò a pregare, permettendo la mia fede per trasportare me attraverso.
  • Io continuare a nutrire la mia anima.

E per tutto il tempo che posso, io voglio continuare a prosperare. Con o senza cancro.


Anna Renault è un autore pubblicato, oratore pubblico, e conduttore radiofonico. Lei è anche un sopravvissuto al cancro, avendo avuto più attacchi di cancro nel corso degli ultimi 40 anni. Lei è anche una madre e la nonna. Quando non sta scrivendo, lei è spesso trovato a leggere o passare del tempo con la famiglia e gli amici.