Pubblicato in 13 January 2014

Colite ulcerosa: Costruire un piano alimentare

Se si dispone di colite ulcerosa (UC), ci si potrebbe chiedere che cosa significa per la vostra dieta. Il cibo è una parte centrale della vita, fornisce il vostro corpo con l’alimentazione, e unisce le persone.

Se si dispone di UC, mangiare una dieta equilibrata è essenziale. Avete bisogno di mangiare abbastanza alimenti da tutti i gruppi alimentari. Questi gruppi sono frutta, verdura, cereali, latticini e proteine. Si dovrebbe anche includere alcuni grassi sani nella vostra dieta, come l’olio d’oliva.

Il cibo e UC hanno un forte legame. Gli alimenti che mangiate non indurre lo sviluppo di UC, ma essi possono influenzare i sintomi UC.

Quando i sintomi sono flaring up, alcuni cibi possono aggravare loro. Quando i sintomi sono in remissione, si può essere in grado di tornare alla vostra dieta normale e gustare cibi che in genere evitare durante una riacutizzazione. E ‘importante imparare quali alimenti si dovrebbe mangiare e di evitare. Questo può aiutare a mangiare bene, gustare i pasti, e sentirsi meglio.

Non c’è nessun programma di dieta che funziona per tutti con UC. È necessario essere consapevoli degli effetti che gli alimenti diversi hanno sul tuo corpo.

E ‘anche importante ricordare che le cose possono cambiare. Si può iniziare ad avere problemi con gli alimenti si può tollerare prima, o si può scoprire che ora è possibile mangiare cibi che una volta erano problematici.

Prima hai ricevuto una diagnosi di UC, si può avere mangiato due o tre grandi pasti al giorno. Questo è un sacco di lavoro per vostro intestino da gestire.

Invece di mangiare un paio di pasti di grandi dimensioni, provare a mangiare cinque o sei piccoli pasti distribuiti uniformemente nel corso della giornata. Questo darà il tempo intestino a digerire il cibo che si mangia. Essa può contribuire a ridurre i sintomi.

Nel corso del tempo, UC può rendere difficile per il vostro corpo di assorbire calorie e nutrienti dal cibo. Questo può portare a malnutrizione e la perdita di peso, soprattutto quando i sintomi divampare.

Se un flare provoca in genere a perdere peso, potrebbe essere necessario aumentare l’apporto calorico. Questo può aiutare a ottenere il vostro corpo ha bisogno di energia. Potrebbe anche essere necessario prendere multivitaminici o monitorare attentamente il livello di nutrienti dei cibi che mangiamo. Questo vi aiuterà a ottenere abbastanza calorie, vitamine e minerali per soddisfare le esigenze quotidiane del vostro corpo.

Alcuni farmaci usati per trattare UC può causare effetti indesiderati se si mangia troppo sodio. Ad esempio, possono causare gonfiore e gonfiore.

Se utilizzi farmaci corticosteroidi per il trattamento di UC, il medico o il dietista può incoraggiarvi a mangiare una dieta a basso contenuto di sale per aiutare a prevenire la ritenzione idrica. Essi possono anche raccomandare una dieta a basso contenuto di grassi, in particolare durante un flare. Quando i sintomi divampare, grassi, cibi da ingrasso possono causare gas, gonfiore e diarrea. Evitare grandi dosi di grassi può ridurre il rischio di complicazioni.

Molte persone con UC hanno anche intolleranza al lattosio. L’intolleranza al lattosio può causare diarrea, gas, e dolore addominale quando si mangia prodotti lattiero-caseari. Se siete intolleranti al lattosio, si dovrebbe evitare di latte e altri prodotti lattiero-caseari.

Se si dispone di mangiare alimenti che contengono latte o preferisci non di evitarli, prendere un prodotto lattasi quando li si mangia. Questo può aiutare il vostro corpo abbattere lo zucchero del latte, o lattosio, essi contengono senza causare effetti collaterali indesiderati. Parlate con il vostro medico per sapere se tali prodotti potrebbero essere giusto per voi.

cibi ricchi di fibre, come i cereali, verdure e frutta, sono una parte importante di una dieta equilibrata, ma mangiare troppo fibra possono aggravare le viscere e rendere i sintomi peggio per alcune persone con UC. Fibra aggiunge alla rinfusa per le feci, che può aumentare la frequenza dei movimenti intestinali.

Chiedete al vostro medico quanto fibra si dovrebbe ottenere nella vostra dieta. Cambiare come si prepara frutta e verdura può anche renderli più facili da digerire. Invece di mangiare crudi, cercano bollitura, la cottura a vapore, o la cottura.

Il modo migliore per imparare come i diversi cibi influenzano voi è quello di tenere un diario alimentare. Ogni giorno, registrare i vostri pasti, spuntini e tutto ciò che si beve. Poi, registrare tutti i sintomi che seguono.

Prendete il vostro diario alimentare per gli appuntamenti con il medico o il dietista. Parlare di possibili connessioni tra gli alimenti che mangiate ed i sintomi si verificano. Essi possono incoraggiarvi a eliminare gli alimenti che sembrano innescare i sintomi. Nel corso del tempo, si può imparare quali alimenti peggiorare i sintomi UC ed evitare del tutto.

Se si dispone di UC, le scelte alimentari informate possono fare una grande differenza. Nutrizione assume particolare importanza, soprattutto perché la malattia può rendere più difficile per il vostro corpo di assorbire calorie e sostanze nutritive. La scelta di cibi ricchi di nutrienti è importante.

Evitare cibi trigger è anche la chiave. Essi possono peggiorare i sintomi. Essi possono anche mantenere il vostro corpo di assorbire correttamente calorie e sostanze nutritive dagli alimenti che mangiate.

Nuovo ricercanei topi mostra che emulsionanti in alimenti trasformati come lecitina, polisorbato, e gengive, indeboliscono il rivestimento mucoso intestinale e alterare negativamente batteri intestinali. Ciò può potenzialmente portare a infiammazione intestinale più, fiammate, e sintomi. Saranno necessarie ulteriori ricerche per confermare questi risultati negli esseri umani, ma i risultati della ricerca sono sufficienti per le persone con malattia infiammatoria intestinale convincente per considerare di ridurre gli alimenti quanto gli elaborati di cui si nutrono.

Per questi motivi e più, una dieta ben equilibrata è importante. Essa può aiutare a minimizzare i sintomi e ridurre il rischio di complicanze da UC.