Pubblicato in 9 August 2018

5 Risposte alle domande sugli avvisi di trigger

Se avete letto le storie negli ultimi anni circa la libertà di parola nei campus universitari, hai più che probabile incontrato la frase “warning grilletto.”

Usato come un avviso per gli individui che sono in procinto di leggere, guardare o ascoltare il contenuto che può causare stress emotivo, avvisi di trigger hanno spinto una discreta quantità di dibattito.

Alcuni sostengono che questi avvertimenti non sono necessari e stanno creando una generazione “coccolato”, uno che non è in grado di interagire correttamente con la materia oggetto potenzialmente sconvolgente. Molti di questi individui sostengono sarebbe anche che si tratta di un pendio scivoloso verso la censura nei campus universitari.

Nel frattempo, ci sono quelli che credono fermamente che l’uso di avvertimenti di attivazione è necessaria perché permettono coloro che hanno subito un trauma passato per navigare con successo determinati contenuti senza causare loro angoscia.

C’è anche la questione della scelta. Molti degli stessi individui sarebbe anche sostenere che, per coloro che hanno subito traumi, scegliendo se vogliono o meno di impegnarsi con le informazioni in primo luogo è altrettanto importante. Senza questi avvertimenti, questa opzione viene rimosso del tutto.

Indipendentemente da dove ti trovi, è ovvio che questo è un argomento pena di discutere.

Per portare avanti questo narrativa e di rispondere ad alcune delle domande più comuni che circondano questo problema scottante, abbiamo chiesto l’opinione di tre professionisti medici: Debra Rose Wilson, PhD, MSN, RN, IBCLC, AHN-BC, CHT , professore associato e medico olistico di assistenza sanitaria; Timothy Legg, PhD, PsyD, CRNP, ACRN, CPH , una scheda certificata geriatrica e psichiatrica infermiera professionista della salute mentale e psicologo licenza; e Dillon Browne, PhD , un assistente professore e psicologo clinico.

Ecco cosa avevano da dire.

Come fa un avvertimento grilletto fornire supporto emotivo o psicologico?

Debra Rose Wilson: Un avvertimento attivare gli avvisi alla gente che il materiale di cui sono in procinto di essere esposto a può innescare una risposta emotiva. Questo viene ora utilizzato nel settore dell’istruzione superiore. Molto di ciò che insegniamo può essere sensibile e suscitare reazioni emotive.

Quando insegno psicologia e infermieristico studenti su abuso sessuale infantile, per esempio, dico loro che è in arrivo. Io li ricordo delle statistiche di abusi sui minori e assicuro la classe che diversi studenti in sala saranno adulti sopravvissuti di abuso sessuale infantile. Questo permette uno studente, che verrà in seguito lavorare con questa popolazione come un professionista della salute, un momento di riconoscere il proprio trauma e prepararsi per la loro risposta emotiva.

L’avvertimento non è intesa per lo studente al fine di evitare la risposta emotiva, anche se gli studenti che si sentono in grado di prepararsi possono scegliere di saltare quel materiale e cercare un altro modo di ottenere le informazioni necessarie.

Anche se questa non è la pratica di tutte le facoltà, credo che questo approccio mostra un modo premuroso e olistico per educare e consentire allo studente di imparare l’auto-riflessione. C’è bisogno di più ricerca sugli avvisi di trigger prima di riuscire a comprendere appieno la loro efficacia.

Timothy Legg: avvisi di trigger sono i messaggi che avvertono un individuo che il materiale sul punto di essere fornite possono essere angosciante. La preoccupazione è che si può scatenare sintomi in alcuni individui che hanno avuto traumi o diagnosi di disturbo da stress post-traumatico (PTSD). L’efficacia di tali avvertimenti, tuttavia, rimane il tema di notevole dibattito .

Dillon Browne: avvisi di trigger sono destinate messaggi [AS] di cautela che gli studenti di allarme, lettori o gli spettatori alla possibilità che il materiale imminente possono essere di natura emotiva angosciante o inquietanti. L’utilizzo di avvisi di trigger nei campus universitari è una fonte di enorme polemica.

Sul [la] Da un lato, alcuni gruppi di difesa dei liberali di sinistra, professionisti della salute, e gli accademici osservazione che è nel mandato della all’università per mettere in guardia gli studenti che possono incontrare le conversazioni che sconvolgono o, peggio, servire come promemoria traumatiche. In altre parole, gli avvisi di trigger sono una fonte di protezione studente.

D’altra parte, molti gruppi moderati o conservatori di difesa, i sostenitori della libertà accademica, e puristi intellettuali di notare che le avvertenze di trigger ammontano al “coccole” di una generazione già vulnerabili, favorendo la prevenzione di contenuti ansiogena, e soffocando la capacità degli studenti di impegnarsi con argomenti emotivamente cariche. Detto in modo diverso, le avvertenze di trigger perturbare il funzionamento dell’Accademia.

Al punto cruciale di questo dibattito si trovano alla base ipotesi che circondano lo scopo fondamentale di istituti di istruzione superiore (in parte, in relazione alla soddisfazione degli studenti.)

Per semplificare: Se le università di educare, fornendo i loro “clienti” con emotivamente congruenti “spazi sicuri”, elevando in tal modo la piacevolezza di studente esperienza, o dovrebbe università sfidare gli studenti a percorrere intellettuali “spazi coraggiosi”, sottolineando così la capacità futura della prossima generazione di negoziare un mondo duro e pericoloso di fuori del campus.

Per quali condizioni sono avvertimenti di trigger consigliabile?

DRW: soggetti sensibili comuni che potrebbero innescare le emozioni associate con un trauma passato sono l’abuso sessuale, la guerra, la violenza, lo stupro, l’incesto, disturbi alimentari, il suicidio, così come le malattie salute fisica e mentale. E molti di questi possono attraversare in esperienza personale.

Ciò che è importante sapere è che sarà impossibile per mettere in guardia tutti gli studenti per tutto il tempo. Parlare di cancro potrebbe innescare il dolore da uno studente che ha appena perso la madre per cancro ovarico. Non c’è modo di prevedere che, ma ho già ricordato loro durante le lezioni dall’inizio che avrebbero vivere emozioni.

Vorrei suggerire la consulenza e nel diario come opzioni per l’auto-riflessione, l’apprendimento e la crescita personale come un professionista sanitario.

TL: Gli individui che hanno vissuto eventi traumatici possono avere la propria risposta a questa domanda. Per esempio, le persone che possono essere stati traumatizzati dalla violenza sessuale o fisica possono essere traumatizzati da vedere in TV o discutere in una lezione in aula.

Allo stesso modo, gli altri che possono essere stati traumatizzati da un incidente automobilistico possono essere traumatizzati se vedere o discutere di un incidente stradale in televisione o in una classe. In definitiva, la risposta dipende dal singolo individuo.

Una volta ho avuto uno studente che mi ha detto che avevano una forte ansia ogni volta che hanno visto un gatto, perché quando erano giovani, il loro zio usato per dire loro che se non si comportano, avrebbero metterli in cantina con il “grande gatto nero.”non so che possiamo mai preparare le persone per tutti i potenziali fattori scatenanti che possono causare ansia.

DB: avvisi di trigger sono appropriati in qualsiasi ambiente in cui gli individui ragionevole non aspettarsi di incontrare le informazioni, i contenuti, o di stimoli di natura potenzialmente angosciante. E ‘difficile immaginare come questo possa mai essere il caso in un ambiente universitario.

Può un professore di insegnare un corso di psicologia anormale, senza parlare di argomenti di malattia mentale, traumi, e PTSD? Può un docente coprire un corso di storia americana, senza parlare al genocidio indigeno, la schiavitù, il razzismo, la povertà, e il privilegio bianco?

Questi problemi sono intrinsecamente il contenuto per il quale sono destinati tali corsi. Inoltre, non ho mai visto un istruttore di mezza decente, che non si mette prima di introdurre la loro Scheda del corso all’inizio del semestre e anche introdurre argomento del giorno, all’inizio della conferenza. Così, la formalizzazione di “avvertimenti trigger” è spesso ridondante e servire a reazione emotiva dello studente polarizzazione verso allarme.

È l’uso popolare di avvertimenti innescare un’appropriazione indebita del concetto?

DRW: C’è molto dibattito nel mondo accademico. Abbiamo un ruolo nel proteggere gli studenti che potrebbero essere disattivati dal loro traumi, e abbiamo anche un ruolo nella formazione e preparazione di questi studenti per il mondo reale, dove verrà attivato il loro trauma.

Più che dare loro avvertimenti, ci dovrebbero insegnare loro di riflettere e usare la loro risposta emotiva per capire meglio se stessi e il loro ruolo nella cura della salute di un altro. Credo che sia la responsabilità dello studente per fare il self- lavoro.

Io, invece, educare e sostenerli e [versai] luce su loro problemi in modo che possano lavorare per la guarigione.

TL: Penso che sempre più, la gente sta facendo come un modo per evitare problemi legali. L’efficacia reale è qualcosa - come già detto - che rimane il tema del dibattito clinico. Sarebbe impossibile per mettere in guardia su ogni stimolo potenzialmente sconvolgente, ma un approccio di buon senso vorrebbe che qualche avvertimento grilletto deve essere usato in certe situazioni.

DB: Una delle principali funzioni dell’università è quello di coltivare il pensiero critico, di non indottrinare opinioni o facilitare cieco ragionamento emotivo (ad esempio, la reattività e l’intolleranza del dissenso).

E ‘imperativo che gli studenti incontrano più visualizzazioni in competizione - specialmente quelli con cui non sono d’accordo. Guardate, per esempio, dove la bolla del filtro ci ha ottenuto.

Inoltre, gli studenti devono sperimentare le risposte emotive che accompagnano il dibattito e polemiche. Per la maggior parte degli studenti, l’università è l’ultima impostazione prima di entrare nella forza lavoro socializzazione formale. Così, le istituzioni grado di concessione devono preparare gli studenti per un mondo che non necessariamente d’accordo con la loro politica morali personali.

Come fanno gli avvisi di trigger differiscono da terapia di esposizione?

DRW: avvertenze trigger contribuire a dare allo studente la possibilità di prepararsi per una potenziale risposta emotiva.

Utilizzando la respirazione, la riflessione, la gestione dello stress, e altri approcci può ridurre l’impatto della risposta emotiva. Ma avere una risposta emotiva offre anche l’opportunità per l’auto-apprendimento e la guarigione, e come professionisti, avranno bisogno di lavorare attraverso le proprie cose.

terapia di esposizione ha lo stesso intento e permette riflessione in un ambiente di cura, solidale e sicura. La terapia di esposizione è un’opzione per la guarigione attraverso il trauma.

TL: Quando si è in terapia di esposizione, prima imparare tecniche di rilassamento. Poi la terapia di esposizione inizia con l’esposizione a stimoli che è legato, ma che provoca meno paura o ansia rispetto all’oggetto temuto reale o evento.

Per esempio - una persona con una paura degli ascensori dovrebbe prima iniziare a parlare di ascensori con loro terapeuta. Quando hanno iniziato a sentirsi “ansioso” che avrebbero poi impiegare tecniche di rilassamento per combattere i sintomi come l’aumento del battito cardiaco e la respirazione rapida. Queste risposte sono noti come attivazione autonomica e si verificano quando si confronta con gli stimoli temuti.

Successivamente, essi possono guardare le immagini di un ascensore, e di nuovo, utilizzare tecniche di rilassamento per combattere l’aumento del battito cardiaco o respirazione rapida. Ciò continuerà fino alla discussione o le immagini non ha causato una risposta di paura. Il terapeuta dovrebbe continuare a lavorare con la persona fino a quando non sono stati in grado di essere nella situazione temuta o confrontarsi con l’oggetto temuto senza avvertire i sintomi di ansia che in precedenza erano fastidioso.  

avvertenze trigger semplicemente dire alla gente: “Guarda, questo è in arrivo. Se non si vuole vedere, fare qualcosa al riguardo “, in cui la terapia di esposizione rappresenta un modo di trattare la paura.

DB: Quando un individuo sta ricevendo la terapia di esposizione da uno psicologo, hanno stipulato un rapporto professionale con un professionista sanitario autorizzato che ora ha la responsabilità di fornire assistenza basata sulle prove e che opera da uno specifico insieme di principi etici.

Professori - anche se professionale e regolato, in misura diversa - hanno un tipo molto diverso di rapporto con gli studenti. A volte i professori sono professionisti della salute, ma non “trattare” i loro studenti, in quanto ciò sarebbe chiamato un “rapporto multipla” ed è immorale.

avvertenze trigger possono incoraggiare evitare temuti “stimoli” (qualsiasi forma di informazione), che solo alimenta la risposta di ansia. Tuttavia, aule universitarie non sono le impostazioni di trattamento e non devono essere considerati come tali.

Può innescare le avvertenze e terapia di esposizione di lavorare insieme?

DRW: Sì. L’esposizione gentile e premuroso come pure le avvertenze di trigger aiutano la melodia studente in pensieri ed emozioni personali. Diventare consapevoli e impiegando modi per ridurre l’ansia può essere efficace.

Per il trauma profondo e profonda, la terapia dell’esposizione non può essere la prima opzione. Penso che ci sono molti modi per guarire attraverso traumi, e l’esposizione a fattori scatenanti potrebbe non essere il modo migliore per tutti.

Vorrei consigliare quelli con trauma per cercare di consulenza, educare se stessi sulle opzioni per la guarigione, e utilizzare le risposte innescate come la possibilità di utilizzare strumenti di ansia-riduzione e di auto-riflessione.

TL: Credo di sì. La persona può utilizzare abilità apprese nella terapia, come le tecniche di rilassamento, per controllare la loro risposta al grilletto. Di nuovo, questo dipenderebbe sul grilletto in sé, la natura del rapporto persone al grilletto, e che punto sono venuti in terapia. L’obiettivo finale della terapia dell’esposizione è quello di aiutare l’individuo a raggiungere la libertà dal l’oggetto o situazione temuta.

DB: Come ho già detto, gli avvisi di trigger si verificano in genere nelle aule e la terapia di esposizione si verifica in un rapporto professionale e terapeutico (vale a dire, si tratta di un servizio sanitario regolamentato).

Gli studenti che sono in terapia per l’ansia o traumi dovrebbero lavorare con il loro fornitore di servizi sul modo migliore per navigare il loro esperienza universitaria. Ciò può comportare a parlare con l’istruttore su alloggi o di lavoro con la consulenza universitaria e centro benessere.

Vale la pena notare che la semplice nozione di avvisi di trigger è estremamente presuntuoso circostante quali tipi di informazioni gli studenti trovare a scattare. Nel caso del disturbo da stress post-traumatico, trigger sono spesso crudo e sensoriali (ad esempio, un profumo particolare, suono, immagine, o un oggetto).

Lavorando diligentemente con un professionista sanitario o mentale renderà singoli studenti molto più resistente alla serie di potenziali fattori scatenanti che possono specificamente incontrare.

Ridurre lo stress di uno studente di materiale didattico minimizza indebitamente la grandezza di preoccupazione che esiste nei campus oggi. Questo richiede un trattamento, non è la censura.

Dr. Debra Rose Wilson è professore associato e professionista sanitario olistico. Si è laureata presso Walden University con un dottorato di ricerca. Insegna-laurea psicologia e corsi di infermieristica. La sua esperienza include anche ostetricia e l’allattamento al seno. Lei è il 2017-2018 Olistico Nurse of the Year. Dr. Wilson è il caporedattore di una rivista internazionale peer-reviewed. Le piace stare con lei Tibetan terrier, Maggie.




Dr. Timothy Legg è bordo certificata sia come infermiera di salute mentale geriatrica e psichiatrica ed è anche uno psicologo abilitato. Si è laureato presso Touro College di New York con un dottorato in ricerca e istruzione scienze della salute, e dalla California Southern University a Irvine, in California, con un dottorato in psicologia clinica. E ‘attualmente professore universitario e clinico in uno studio privato. Lui è certificata nella consulenza dipendenza, la salute pubblica, l’educazione alla salute, ed è anche un infermiere AIDS-certificata. Tim è un vegetariano, e nel suo tempo libero, è un sollevatore di pesi avido e jogger.




Dr. Dillon Browne è uno psicologo clinico e un assistente professore presso l’Università di Waterloo, Dipartimento di Psicologia. Ha completato il suo dottorato di ricerca in psicologia presso l’Università di Toronto e ha scritto numerosi articoli nei settori della salute mentale dei bambini, lo sviluppo umano, e gli studi di famiglia. Dillon si diverte a suonare la chitarra e il pianoforte, il ciclismo e fitness.