Pubblicato in 30 September 2015

Ventricoloperitoneale Shunt: procedura, recupero e rischi

Un ventricoloperitoneale (VP) shunt è un dispositivo medico che allevia la pressione sul cervello causata da accumulo di liquidi.

Smistamento VP è una procedura chirurgica che tratta principalmente una condizione chiamata idrocefalo . Questa condizione si verifica quando il fluido cerebrospinale in eccesso (CSF) raccoglie in ventricoli del cervello. CSF ammortizza il cervello e lo protegge da lesioni all’interno del vostro cranio. Il fluido agisce come un sistema di consegna per le sostanze nutrienti che il vostro cervello ha bisogno, e si toglie anche i prodotti di scarto. Normalmente, CSF scorre attraverso questi ventricoli alla base del cervello. Il fluido quindi bagna il cervello e il midollo spinale prima di essere riassorbito nel sangue.

Quando questo flusso normale è perturbato, l’accumulo di liquido in grado di creare una pressione nociva sui tessuti del cervello, che possono danneggiare il cervello. I medici chirurgicamente posto shunt VP all’interno di uno dei ventricoli del cervello per deviare il fluido lontano dal cervello e ripristinare il flusso normale e l’assorbimento di CSF.

Persone di ogni età possono sviluppare idrocefalo e richiedono pertanto uno shunt VP. Tuttavia, secondo la Mayo Clinic , idrocefalo è più probabile che si verifichi nei bambini e negli adulti più anziani. L’ Istituto nazionale per i disordini neurologici e Stroke (NINDS) stima che 1 a 2 di ogni 1000 bambini sono nati con idrocefalo.

liquidi in eccesso può accumularsi intorno al cervello per una serie di motivi, tra cui:

  • sovrapproduzione di CSF
  • scarso assorbimento di CSF dai vasi sanguigni
  • blocchi impedendo il fluido che scorre in tutto il cervello

I blocchi sono la causa più comune di idrocefalo. Le cisti, tumori, o l’infiammazione nel cervello possono ostacolare il normale flusso del CSF e creare un accumulo pericoloso. I sintomi di idrocefalo possono includere:

Test di imaging in grado di confermare la diagnosi di idrocefalo. Ultrasuoni , scansioni CT e MRI permettono ai medici di visualizzare le cavità e tessuti all’interno del cervello. Test mostrerà se aree del cervello contengono più fluido rispetto al normale.

I medici di solito eseguire il posizionamento di uno shunt VP mentre un paziente è in anestesia generale. Sarai addormentato durante l’intervento chirurgico e non l’esperienza del dolore. L’intera procedura richiede circa 90 minuti.

Parlate con il vostro team di assistenza medica su restrizioni alimentari e bevande preoperatori. I bambini più grandi e gli adulti possono avere bisogno di digiunare per almeno otto ore prima dell’intervento. Neonati e nei bambini possono solo bisogno di smettere di mangiare baby formula e solidi alimenti sei ore prima dell’intervento chirurgico, ma possono bere di solito acqua fino a quattro ore prima della procedura prevista. In tutti i casi, queste istruzioni dovrebbero essere riesaminate con il team chirurgico.

L’infermiera chirurgica sarà radere l’area dietro l’orecchio, in preparazione per la manovra, in quanto questo è dove potranno posizionare il catetere. Cateteri sono sottili, tubi flessibili utilizzati per drenare il liquido in eccesso. Un chirurgo farà una piccola incisione dietro l’orecchio e anche praticare un piccolo foro nel cranio. Saranno poi infilare un catetere nel cervello attraverso questa apertura. L’altro catetere va dietro l’orecchio ed è per via sottocutanea, il che significa che risiede sotto la pelle. Questo tubo viaggia verso il basso per il torace e l’addome, consentendo in eccesso CSF ​​di drenare nella cavità addominale, dove il corpo assorbe. Il chirurgo può allegare una piccola pompa ad entrambi i cateteri e posizionarlo sotto la pelle dietro l’orecchio. La pompa si attiva automaticamente per rimuovere il liquido quando la pressione aumenta cranio. Può anche essere possibile programmare la pompa, chiamata anche valvola,

Recupero da un collocamento VP shunt prende tre o quattro giorni. La maggior parte delle persone possono lasciare l’ospedale entro sette giorni dopo la procedura.

Durante il ricovero in ospedale, il personale dell’ospedale monitorerà la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, e il medico somministrerà antibiotici preventivi. Il medico si assicurerà che lo shunt funzioni correttamente prima di partire.

Il posizionamento di uno shunt è una procedura molto sicura. Tuttavia, le complicazioni possono verificarsi durante o dopo la procedura. Rischi associati a qualsiasi procedura chirurgica comprendono sanguinamento eccessivo e infezioni. Si potrebbe anche verificarsi reazioni avverse all’anestesia, come difficoltà respiratorie, alterazioni del ritmo cardiaco, o cambiamenti nei livelli di pressione sanguigna.

Ci sono rischi rare specifiche per VP shunt che possono essere gravi e potenzialmente, se non trattata, compresi pericolosa per la vita:

Febbre , mal di testa, dolori addominali , stanchezza , e un picco di livelli di pressione sanguigna, o che hanno gli stessi sintomi che erano presenti quando lo shunt è stato inizialmente collocato, possono indicare un’infezione o di un malfunzionamento dello shunt. Informare il vostro medico immediatamente se questi segni e sintomi si sviluppano. Secondo l’ Università di Chicago , l’infezione è più comune nelle prime settimane dopo un collocamento shunt.

Manovra è successo nel ridurre la pressione nel cervello nella maggior parte delle persone. shunt VP sono suscettibili di richiedere la sostituzione dopo diversi anni, specialmente nei bambini piccoli. La vita media di shunt di un neonato è di due anni. Adulti e bambini di età superiore ai 2 non possono avere bisogno di un sostituto shunt per otto o più anni. sistemi di shunt richiedono un monitoraggio frequente e follow-up. Le complicazioni che possono verificarsi con i sistemi di derivazione comprendono:

  • guasto meccanico
  • ostruzioni
  • infezioni

I malfunzionamenti possono portare a gravi complicazioni, come la sovra o sotto-drenaggio del CSF. Over-drenante si verifica quando scarichi CSF da ventricoli ad un tasso più veloce che è prodotta. Ciò può causare ventricoli al collasso, che può portare a mal di testa o emorragia all’interno del cervello. Sotto-drenante permette CSF di accumulare sul cervello e può causare sintomi di idrocefalo per tornare. Chiedere immediatamente un medico se si verificano sintomi che indicano che il sistema di shunt non funziona correttamente.