Pubblicato in 26 November 2014

Cosa lavanda può fare per voi

La gente di solito associare lavanda con due tratti specifici: la sua fragranza e il suo colore. Ma non si può sapere che il fiore di lavanda e l’olio che ne derivano hanno una lunga storia nella medicina a base di erbe.

Continuate a leggere per saperne di più sul potenziale di salute di lavanda in aromaterapia e come un tè.

Il nome deriva dalla radice latina “lavare”, che significa letteralmente “lavare”.Il primo uso documentato di lavanda risale all’antico Egitto. Lì, olio di lavanda ha giocato un ruolo nel processo di mummificazione.

Durante i periodi successivi, la lavanda è diventato un additivo per il bagno in diverse regioni, tra cui la Persia, Grecia e Roma. Queste culture credevano che la lavanda ha aiutato a purificare il corpo e la mente.

Sin dai tempi antichi, la lavanda è stato utilizzato per il trattamento di molti disturbi diversi, tra cui:

  • problemi di salute mentale
  • ansia
  • insonnia
  • depressione
  • mal di testa
  • la perdita di capelli
  • nausea
  • acne
  • mal di denti
  • irritazioni della pelle
  • cancro

La lavanda è una pianta multifunzionale. Le persone usano la lavanda in molti modi per promuovere la buona salute e il benessere.

aromaterapia

La lavanda è più comunemente usato in aromaterapia. La fragranza dagli oli della pianta di lavanda è creduto per contribuire a promuovere la calma e benessere. Si dice anche per contribuire a ridurre lo stress, l’ansia, e forse anche il dolore lieve. Uno studio nelJournal of Alternative e Medicina Complementare ha scoperto che l’applicazione topica di lavanda, oltre a salvia e rosa, potrebbe ridurre la gravità dei crampi mestruali.

cancro potenziale e aiuto demenza

Secondo il National Cancer Institute, Aromaterapia può aiutare i pazienti a gestire gli effetti collaterali del trattamento del cancro. odore recettori inviano messaggi al cervello che può influenzare l’umore. Aromaterapia può anche aiutare gli adulti che soffrono di demenza.

Mentre molte persone giuro per i suoi poteri di guarigione aromatiche, la comunità scientifica non è così sicuro. Molti dei test condotti in tutto lavanda hanno avuto risultati contrastanti.

aiuto di sonno

C’era una volta, la lavanda è stato raccomandato per le persone che soffrono di insonnia o altri disturbi del sonno. La gente ripieni loro cuscini con fiori di lavanda per aiutarli a addormentarsi e ottenere riposo meglio la notte.

Oggi, aromaterapeuti usano la lavanda per il trattamento di mal di testa e nervosismo o irrequietezza. Massaggiatori a volte si applicano l’olio di lavanda per la pelle, che potrebbe funzionare sia come agente calmante e un aiuto di sonno. In Germania, tè alla lavanda è stato approvato come un supplemento per il trattamento di interruzioni del sonno, irrequietezza, e l’irritazione dello stomaco.

condizioni di pelle e capelli

Uso topico di olio di lavanda può aiutare a curare una malattia chiamata alopecia aerare , che fa sì che i capelli di una persona a cadere a chiazze. Neluno studio, Pubblicato negli Archives of Dermatology , la gente strofinato gli oli essenziali di lavanda, timo, rosmarino, legno di cedro e sulle aree in cui erano caduti i capelli. Alcune persone hanno sperimentato la ricrescita dei capelli nel corso di sette mesi. Tuttavia, non c’era modo per i ricercatori per determinare quale degli oli è stato responsabile.

Quando viene applicato sulla pelle, gli oli di lavanda hanno mostrato risultati positivi per aiutare con eczema, acne, scottature, e dermatite da pannolino. Considerate provare questo camomilla-lavanda crema corpo rimedio a casa per aiutare a lenire la pelle irritata dalle scottature e dermatite da pannolino.

Molte persone hanno apprezzato la gradevole profumo di lavanda e lo ha utilizzato per il trattamento di una varietà di condizioni. La gente dice che i suoi usi vanno da aiutandoli a calmarsi e ottenere sonno una buona notte di gestione per l’insonnia, l’ansia, e crampi mestruali. Anche se le relazioni dei medici esperti sono misti, la lavanda ha molti potenziali benefici che si potrebbe desiderare di provare.