Pubblicato in 24 July 2017

'Belle' non è un sentimento: è per questo che si dovrebbe Care

“Bene.” La parola sembra abbastanza innocente. E la maggior parte di noi sente - e usarlo - più volte ogni giorno. Ma c’è di più confezionato in questo parola di quattro lettere quanto si possa pensare.

Per parlare della natura fastidioso di quello che sembra una parola benigna, cerchiamo di stabilire che esistono tre livelli di comunicazione:

  • superficiale
  • intimo
  • comportamentale

Comunicazione superficiale, è la zona in cui “fine” trova il suo posto. E la verità è, che di solito bene. Questo tipo di comunicazione è il più comune dei modi in cui interagiamo con gli altri.

Ad esempio, il barista al tuo posto caffè normale chiede: “Come stai?”

Si risponde: “Sto bene, grazie.”

La vostra risposta è gentile e appropriata. Si salta facilmente dalla tua lingua, controlla fuori un paio di scatole associati a norme sociali, ed è transazionale.

Mentre i conti di comunicazione superficiale per la maggior parte delle nostre interazioni verbali dal punto di vista psicologico, è il minimo che soddisfacente. Infatti, se siamo in grado di realizzare una comunicazione che è più significativo, siamo nei guai.

La necessità di collegamento

Questo perché, come esseri umani, abbiamo a lungo per il collegamento - cioè, la sensazione di essere visto, capito, e si sentiva. Questo tipo di collegamento è realizzato attraverso comunicazione intima .

A differenza di comunicazione superficiale, che è transazionale in natura, comunicazione intima spinge connessione significativa. E ‘questo livello di comunicazione che facilita la propria sincera espressione di pensieri e sentimenti.

Mentre esprimono pensieri e sentimenti possono sembrare semplice, la realtà è che è molto difficile, soprattutto quando quei pensieri e sentimenti causano disagio. Per esempio, immaginate uno scenario in cui si sta delusi dalle azioni di un caro amico. La sensazione di delusione è scomodo - doloroso, anche.

Anche se si è profondamente consapevole della propria delusione, non riesco a trovare un modo per condividere la vostra esperienza con qualcuno che sei vicino alla. Si può concludere che comunicare la vostra delusione è “troppo disordinato”, “non vale la pena”, o “solo andando a peggiorare le cose”.

Il desiderio di evitare il potenziale disagio di una conversazione vulnerabili può ignorare il vostro desiderio di essere visto e capito. Quindi, piuttosto che correre il rischio di comunicare intimamente, di default alla comunicazione superficiale.

Cioè, di default a “bene”.

Immaginate l’amico che delusi si allunga la mano e chiede: “Ehi, è tutto OK? Temo può aver sconvolto “.

Si risponde: “No, non preoccuparti, sto bene.”

Vedete dove questo sta andando? Guaio.

Questo problema si presenta sotto forma di comunicazione comportamentale . Quando si è in grado di esperienze legate, comunicazione intima attraverso la verbalizzazione dei pensieri e sentimenti vulnerabili, uno sarà invece si comportano - o agire fuori - quei pensieri e sentimenti.

Un cerotto su una ferita non trattata

Ecco il punto: Pensieri e sentimenti non basta andare via. Prova come si potrebbe “nascondendoli via” o “lasciarli andare” o “solo dimenticare su di loro” non funziona. In realtà, così facendo è come schiaffeggiare un cerotto su una ferita non trattata.

La ferita sembra essere meglio - non si può vedere il suo gape disordinato - ma è ancora lì. Solo adesso, è lì e purulente. Pensieri e sentimenti sono allo stesso modo. Essi possono essere coperti, ma fino a quando non li ordinare fuori, c’è alto rischio di infezione.

Per portare questo concetto torna al precedente esempio, evitando il disagio di una conversazione vulnerabile è un cerotto. Tuttavia, i pensieri inespressi e le sensazioni che derivano da questo tipo di esperienza fester in comportamenti che agire, spesso senza nemmeno rendersi conto della connessione.

Per esempio, i vostri sentimenti di delusione possono tradurre nella sempre meno propensi a tornare telefonata che amico. Quella sensazione iniziale di delusione si evolve in risentimento che corrode le fondamenta della amicizia.

Quindi che si fa? comunicazione intima è un’abilità che richiede pratica. Si richiede che un passo fuori della vostra zona di comfort. È necessario il coraggio di dare uno sguardo curioso e non giudicante a quello che stai veramente sentire e pensare.

Questo può iniziare di nuovo al bar. La prossima volta che qualcuno vi chiede come si sta facendo, sentitevi liberi di dare loro la risposta più comoda, ma sfidare se stessi per assumere effettivamente un minuto per il check-in.

Forse stai vivendo più gioia che tu fossi stato a conoscenza di … e forse condividere proprio questo animerà un nuovo tipo di inizio di giornata.


Coley Williams, LMFT, è il co-fondatore e direttore medico del Livello terapia .